Grinzane Cavour - Castello

Il castello di Grinzane Cavour

Grinzane Cavour - Castello

Grinzane Cavour – Castello

Il castello di Grinzane Cavour

Il castello di Grinzane Cavour

Il castello di Grinzane Cavour rappresenta uno dei migliori esempi di architettura medioevale in Langa. Il suo aspetto attuale è il risultato di un accurato lavoro di restauro del 1961, che ha riportato l’edificio, nei secoli oggetto di interventi non sempre corretti, alla sua veste originaria.

Il nucleo più antico del fabbricato, la torre centrale, risale al secolo XI, mentre la struttura principale è quella del ‘400. A partire da Bonifacio del Vasto nel XII secolo il castello è passato di mano più volte: dai marchesi di Busca a quelli del Monferrato, finché nella prima metà dell’Ottocento fu acquistato da Michele di Cavour, padre di Camillo, che ingrandì la già vasta proprietà terriera. Dalla famiglia Benso di Cavour il maniero passò agli Alfieri di Sostegno che nel 1932 lo donarono alla città di Alba. Infine i restauri del 1961 e l’attuale destinazione a Enoteca Regionale dei vini piemontesi.

Grinzane Cavour - Vista aerea del Castello

Grinzane Cavour – Vista aerea del Castello

Al primo piano è ospitata la Trattoria del Castello e ai piani superiori si trova il museo. Notevole il cinquecentesco Salone delle Maschere, dal prezioso soffitto a cassettoni dipinti: ritratti, stemmi nobiliari, allegorie, mostri fantastici, animali, in un insieme di grande suggestione. Buona parte del museo è dedicato alla civiltà contadina con la ricostruzione di ambienti del Sei, Sette e Ottocento, una raccolta di attrezzi del lavoro dei campi, ceramiche, testimonianze sull’enogastronomia albese, contadinerie, pesi e misure da vino. In altre sale troviamo un percorso sul tartufo bianco d’Alba, cimeli cavouriani e una serie di reperti sui vini albesi in epoca romana.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *