Paesaggio del Comune di Olmo Gentile (AT)

Il Castello di Olmo Gentile

Il castello di Olmo Gentile si compone di due parti nettamente distinte: la torre e l’abitazione vera e propria

La torre quadrangolare, in pietra arenaria, risale probabilmente al secolo XII. Alla sommità sporgono, su quattro lati, dei massicci supporti lapidei, che verosimilmente servivano a sostenere un ballatoio ora scomparso.

La parte residenziale, invece, fu voluta nel 1681 dal vescovo Gozzani in fuga da Acqui, che ne fece poi la sua dimora abituale. All’interno, prima dei radicali restauri, si vedevano ancora tracce di affreschi – sullo scalone e su alcuni soffitti – un bel camino e dei pavimenti in pietra squadrata.

L’antica porta di accesso al borgo fortificato crollò nel 1951 (restano visibili gli attacchi della costruzione al muro del castello), mentre nella parte posteriore vi è una casa detta “della servitù”, ristrutturata nel 1818 e abitata fino al 1970.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *