Canelli

Canelli

La tradizione enologica di Canelli è consolidata da tempo.

C’è chi dice che furono i Liguri a impiantarvi le prime vigne, chi invece “dà la colpa” ai confinanti politici dei Romani, comunque già nell’anno Mille la viticoltura era ampiamente praticata.

Canelli è la capitale dello spumante e attorno al Castello Gancia che domina la città vecchia campeggiano le insegne dei più noti produttori.

Una festa in costume si tiene ogni anno il terzo sabato e domenica di giugno, per rievocare l’assedio subito da Canelli nel 1613.

Storia

Per la sua particolare posizione geografica Canelli assunse una notevole importanza fin dall’epoca romana.

Verso il 961 il nome di Canelli compare per la prima volta nell’elenco delle corti regie esistenti in Piemonte.

L’influenza dei Comuni di Asti ed Alessandria divenne col tempo sempre più diretta e finì per costituire argomento di contesa.

Nel 1707 Vittorio Amedeo II di Savoia estese il suo dominio a tutto il Piemonte: Canelli cessò così di essere un posto fortificato.

Travagliato da continue guerre, che più volte avevano distrutto tutte le fortificazioni e il castello, subì l’ultima distruzione nel 1617 ad opera del marchese di Mortara che, nell’abbandonare Canelli a causa dell’avanzata delle truppe di Carlo Emanuele I, rase completamente al suolo il castello e le fortificazioni.

Il castello fu ricostruito dopo il 1706 ad opera dei conti Galeani, i quali lo riedificarono sulle rovine del vecchio.

In seguito alla dominazione francese e all’abbattimento delle barriere doganali tra Comune e Comune, si avviò per Canelli un periodo proficuo per il commercio dei vini; infatti all’inizio dell’Ottocento sorsero le prime cantine vinicole e verso il 1830 i vini canellesi cominciarono a conquistare i mercati stranieri.

Eventi a Canelli e nelle vicinanze

  • 02 Dic 04 Dic

    Più di 130 locali tra ristoranti, cantine storiche, agriturismi, con una disponibilità di ventimila posti a tavola, hanno aderito alla kermesse proposta per il decimo anno dall’Associazione Astigiani

  • 03 Dic 04 Dic

    Cocito Dario produce i più importanti vini del territorio monferrino tra cui la superba Barbera d'Asti DOCG Violanda. Possibilità di visite, degustazioni ed acquisto diretto

  • 03 Dic 04 Dic

    Prenotando la tua degustazione scoprirai la storia del nostro territorio e della nostra famiglia. Risponderemo alle tue curiosità e ti mostreremo tutte le fasi di produzione del vino

  • 11 Dic

    Vieni alla festa prenatalizia di Bel Sit e degusta la Barbera con i produttori. Inoltre, ti attendono bancarelle e spettacoli di burattini

Alloggio & Degustazioni a Canelli e nelle vicinanze

  • Residenza di Charme

    Aja della Mirusina

    — Canelli —

  • Residenza di Charme

    I Tre Poggi

    — Canelli —

  • Produttore di Vino

    Cantine Coppo

    — Canelli —

  • Produttore di Vino

    Bosca

    — Canelli —

  • Agriturismo

    Cascina Dani

    — Agliano Terme —

  • Enrico e Davide Ghiga
    Produttore di Vino

    Ghiga

    — Castiglione Tinella —

  • Produttore di Vino

    Cocito Dario

    — Agliano Terme —

  • Casa Vacanze

    Ca d’Enrica

    — Calosso —

Canelli

Langa Astigiana
Scopri ↝

Il mercato del martedì di Canelli

Piazza Carlo Gancia, Canelli, AT, Italia
Scopri ↝

La parrocchiale di San Giorgio

Via XX Settembre, 12, 14058 Sessame AT, Italia
Scopri ↝

Il castello di Monastero Bormida

SP56, 22, 14058 Monastero Bormida AT, Italia
Scopri ↝

La pieve di Santa Maria

Regione Zabaldano, 20, 14059 Vesime AT, Italia
Scopri ↝

La frazione di Gorrino

Gorrino, Pezzolo Valle Uzzone CN, Italia
Scopri ↝

Stai organizzando una vacanza nelle Langhe?

Fatti aiutare a organizzare il viaggio dei tuoi sogni e vivi la tua vacanza da vero insider

Chiedici un consiglio!

Servizio
Gratuito