Grinzane Cavour

Grinzane Cavour si trova a 6 chilometri da Alba, sulla strada verso Barolo e Monforte.

Disposto su di un colle circondato da vigneti, il paese è dominato dal castello medioevale.

La chiesa parrocchiale, fatta erigere dal Conte Camillo Benso di Cavour, è dedicata alla Madonna del Carmine. Il nome del piccolo borgo rende omaggio allo statista risorgimentale che di Grinzane fu sindaco per diciassette anni, dal 1832 al 1849.

Tra le varie attività artigianali e industriali presenti nella pianura sottostante, dove si è sviluppato il paese, è significativa la produzione del torrone.

La festa del paese è a settembre.

Grinzane Cavour com'era

Grinzane (4.68 ab.). Sta in altura, sulla sinistra del torrente Talloira, a 4 chilometri da Diano d’Alba, con parrocchiale della Madonna del Carmelo e Congregazione di carità. Vi sorge ancora un antico castello. Il prodotto principale è il vino.

Cenni storici. — Fu dei marchesi di Busca e quindi di quelli di Monferrato, dai quali passò ad un Matteo Calderari e per maritaggio a Gabriele Nuvolo, che lo vendè a Petrino Bello, senatore, dai cui discendenti l’ebbe per dote il marchese Amedeo Del Pozzo di Voghera, conte di Ponderano. Grinzane fu poi signoria degli Argentieri, ora della nobile Adele Alfieri di Sostegno, discendente in linea materna dal marchese Gustavo di Cavour.  Grinzane ebbe a sindaco, per oltre 15 anni, l’illustre statista conte Camillo Benso di Cavour allora comproprietario, col fratello Gustavo, del castello e di 2/4 circa del territorio del Comune.

Coll. elett. Cuneo III (Alba) — Dioc. Alba — P’ T. in Alba.

Gustavo Straforello – Torino 1891 – La patria. Geografia dell’Italia. Provincia di Cuneo – Volume 1