Caraglio — Filatoio di Caraglio

L’altra tela di Leonardo. Le geniali invenzioni delle macchine tessili

Nel cinquecentenario della morte, il Filatoio di Caraglio rende omaggio a Leonardo da Vinci con un’affascinante e coinvolgente mostra

da sabato

01 Febbraio 2020

alle 14:30

a domenica

16 Febbraio 2020

alle 19:00

Il genio toscano si occupò della messa a punto e dell’invenzione di dispositivi e macchine per una delle attività preponderanti del suo tempo, e presso
il Filatoio di Caraglio il pubblico potrà vedere la riproduzione dei suoi disegni e le macchine (vere) complete di quei dispositivi sui quali si concentrò la sua mente, con un impatto notevole sulla produzione della seta per oltre duecento anni.

La mostra

La mostra è suddivisa in 3 sezioni, la prima multimediale, che occupa le prime tre sale: attraverso video installazioni coinvolgenti, il visitatore scopre l’ingegno dell’artista nella messa a punto e nell’invenzione di dispositivi e macchine per l’arte tessile.

Nella seconda sezione, con un allestimento particolarmente scenografico che evoca i meccanismi delle ruote dentate presenti nei disegni di Leonardo, si possono ammirare i modelli lignei di alcune macchine da lui concepite, tra cui il telaio meccanico automatico per tessitura.

La terza sezione si sviluppa nei tre piani del Museo della Seta: dall’Incannatoio fino ai Baratroni, passando per i locali dei grandi Torcitoi circolari, verranno rappresentati, su grandi pannelli, gli studi di Leonardo sul miglioramento dei meccanismi e automatismi che costituiscono l’intero processo produttivo del filo di seta.

Le macchine di Leonardo

Le invenzioni leonardiane visibili nel Museo e presenti nelle macchine ricostruite sono: il movimento di va e vieni del filo (zetto), che consentì di rendere più uniforme la torsione e moltiplicò la produzione  a parità di tempo; il movimento a strofinacci (settori circolari) con contrappeso per garantire l’aderenza ai fusi dall’interno; l’albero multi rocchetto con il distributore di filo collettivo nell’incannatoio ed altri ancora.

La mostra, a cura dell’architetto Aurelio Toselli, si è avvalsa del coordinamento scientifico del professore Flavio Crippa, i quali hanno studiato, progettato e realizzato la ricostruzione di tutte le macchine presenti nel Museo del Setificio Piemontese, e della preziosa collaborazione del Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, del Museo del Tessuto di Prato, del Museo Leonardiano di Vinci e del Civico Museo Abegg di Garlate.

La mostra è promossa dalla Fondazione Filatoio Rosso e dal Comune di Caraglio in co-produzione con la Fondazione Artea.

È stata realizzata con il contributo della Fondazione CRT, Fondazione CRC e della Banca di Caraglio.

Sponsor privati: Merlo Group Spa, Idrocentro SpA, Toselli Costruzioni.

La mostra è inserita nelle iniziative realizzate in occasione delle celebrazioni di Leonardo che verranno comunicate sul sito web www.leonardoatorino.it a cura di Turismo Torino con la collaborazione dell’Associazione Abbonamento Musei.

Organizzato da

Fondazione Filatoio Rosso

Inizia

01 Febbraio 2020

alle 14:30

Finisce

16 Febbraio 2020

alle 19:00

Come partecipare

Da giovedì a sabato

14:30 → 19:00

domenica e festivi

10:00 → 19:00

9,00 € Biglietto intero

6,00 € Biglietto ridotto

Indirizzo: Via Matteotti, 40, 12023 Caraglio CN, Italia

Filatoio di Caraglio

Via Matteotti, 40, 12023 Caraglio CN, Italia
Direzioni ↝

Fondazione Filatoio Rosso

L'edificio storico sito nel Comune di Caraglio, oggi denominato "Filatoio Rosso", è il più insigne monumento storico culturale di Archeologia Industriale in Piemonte, unico ad essere qualificato tale dal Consiglio d'Europa nel 1993. Opera dell'Architetto Ducale Amedeo di Castellamonte e Giò Francesco Galleani nominato dal Duca di Savoia Carlo Emanuele II supervisore Ducale dell'industria serica, il Filatoio fu realizzato in soli due anni (1676-1678) e comprendeva due destinazioni d'uso: produttiva e abitativa. Il setificio, inteso come complesso filanda + filatoio, è la più antica fabbrica d'Europa ancora esistente e una delle più antiche fabbriche al mondo in assoluto. Nel marzo del 2001 al Comitato per la rinascita del Filatoio Rosso subentra la Fondazione Filatoio Rosso di Caraglio.