Torino — In streaming sui canali social di Mosaico

Interplay: To da bone

To da bone è un lavoro che ambisce a raccontare una “danza” nata dalla profonda rivolta della gioventù che vive nelle periferie delle grandi città del nord Europa

da venerdì

22 Maggio 2020

alle 21:00

a venerdì

22 Maggio 2020

alle 23:00

(LA)HORDE - TO DA BONE
coreografia

(LA)HORDE / Marine Brutti, Jonathan Debrouwer, Arthur Harel

regia e tecnica

David Goualou

musiche

Aamourocean (Antoine Boule, Ulysse Klotz)

disegno luci

Patrick Riou

referente audio e coach del gruppo danzatori

Céline Signoret

amministrazione e produzione

Clemence Sormani

Introduzione allo spettacolo a cura di Elisa Guzzo Vaccarino.

To da bone

In un mondo dove le rivoluzioni accadono di notte e le leggi sono delegate al giorno, quali nuove forme può prendere la ribellione?

To da bone è un lavoro che ambisce a raccontare una “danza” nata dalla profonda rivolta della gioventù che vive nelle periferie delle grandi città del nord Europa.

Una danza nata ispirandosi alla scena musicale hardcore techno anni ’90 e che utilizza diversi stili che vanno dalla Hard-Dance, al Tekstyle e allo Shuffle, ma in particolare il Jumpstyle, detto anche Jump, nato e diffusosi tramite YouTube e concentrato su salti e il movimento delle gambe, dove le braccia vengono utilizzate principalmente per mantenere l’equilibrio.

Il collettivo (LA)HORDE indaga sul ruolo dei social media, con particolare attenzione proprio a YouTube e Facebook, visti come metodo di espressione, analizzando il loro ruolo nella diffusione della cultura, in questo caso della danza che talvolta nasce proprio postando video sui social network, creando così un sistema di gare virtuali e reali tra le comunità di riferimento.

I giovani condividono le loro routine online, scambiandosi stili e idee, facendo emergere di conseguenza nuove comunità interattive.

Definendo il proprio linguaggio “post internet”, (LA)HORDE si interroga sul ruolo dei nuovi media e su come questi possano mobilitare le masse per creare movimenti di opposizione politica e sociale.

TO DA BONE è stata presentata nel 2016 durante il Danse Elargie a Parigi al Théâtre de la Ville, riscuotendo sin da subito un grande apprezzamento di pubblico, con le sue modalità espressive e coreografiche.

(LA)HORDE

È un collettivo fondato nel 2013 da tre artisti: Marine Brutti, Jonathan Debrouwer, e Arthur Harel.

Insieme studiano i codici di diverse discipline artistiche, specialmente la performing art e lo spettacolo dal vivo.

Alla direzione del Ballet National de Marseille da Settembre 2019, dichiarando di voler “aprire le rappresentazioni”, portandole in spazi urbani e culturali.

Nei suoi lavori (LA)HORDE collabora con le comunità di individui ai margini della grande scena, e una parte della loro arte è anche una pratica di inclusione sociale che coinvolge gruppi di settantenni, performer ciechi, fumatori, giovani, poiché al centro del loro lavoro c’è il corpo.

Contrari a ogni forma di gerarchia e di appropriazione culturale, creano uno spettacolo potente, energico, che toglie il fiato.

Interplay 2020

Streaming live, video-recensioni, incontri virtuali: il festival di danza contemporanea di Torino che proprio quest’anno compie 20 anni combatte così l’emergenza Coronavirus.

Metà festival nel periodo annunciato, dal 20 al 30 maggio, con un format digital e l’altra metà posticipato tra settembre e novembre trovando ospitalità presso rassegne e festival autunnali.

Organizzato da

Mosaico danza

Inizia

22 Maggio 2020

alle 21:00

Finisce

22 Maggio 2020

alle 23:00

Come partecipare

Gli spettacoli saranno trasmessi in streaming sui canali Facebook, You Tube e Instagram di Mosaico danza.

Indirizzo: Casa del Teatro Ragazzi e Giovani ONLUS, Corso Galileo Ferraris, Torino, TO, Italia

In streaming sui canali social di Mosaico

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani ONLUS, Corso Galileo Ferraris, Torino, TO, Italia
Direzioni ↝

Mosaico danza

L’Associazione Mosaico Danza è attiva sul territorio piemontese da più di 25 anni con un’attività rivolta al sostegno‚ la promozione e la diffusione della nuova danza contemporanea d’autore‚ sia nazionale che internazionale. Non solo attraverso il festival Interplay‚ ma anche grazie ai progetti Extra festival, rivolti al sostegno dei giovani artisti, tramite azioni in network, residenze coreografiche internazionali, sostegni coproduttivi. Manifestazioni importanti che connotano Mosaico Danza come punto di riferimento per le realtà emergenti della nuova scena contemporanea europea.