Alba — Biblioteca civica “G. Ferrero”

Christine e la città delle dame

Spettacolo della compagnia Claudio e Consuelo, attraverso il racconto, la musica, la giocoleria e il teatro di figura, verrà narrata la storia di Christine de Pizan

da venerdì

18 Marzo 2022

alle 17:00

a venerdì

18 Marzo 2022

alle 18:00

Attraverso il racconto, la musica, la giocoleria e il teatro di figura, verrà narrata la storia di Christine de Pizan, una donna coraggiosa e desiderosa di farsi valere, ma anche di tante altre donne, da Semiramide a Cassandra, da Didone a Saffo.

L’iniziativa si inserisce tra gli eventi di “Non solo Marzo” organizzati nella Giornata internazionale della Donna dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Alba, dalla Consulta per le Pari Opportunità e dalla Rete Antiviolenza.

Christine de Pizan, nata in Italia nel 1365 e vissuta perlopiù in Francia, fu la prima donna a fare della scrittura un mestiere.

La città delle dame è la sua opera più famosa in cui raccoglie le storie di numerose sante, eroine, poetesse, scienziate, regine… per raccontare del creativo e indispensabile potenziale che le donne possono offrire alla società.

Lo spettacolo, tratto dal libro di Silvia Ballestra illustrato da Rita Petruccioli, è per tutti ed è consigliato a partire dai 6 anni.

Organizzato da

Biblioteca Giovanni Ferrero

Inizia

18 Marzo 2022

alle 17:00

Finisce

18 Marzo 2022

alle 18:00

Come partecipare

La partecipazione è gratuita

La prenotazione obbligatoria sul sito della biblioteca.

Le persone dai 12 anni in su sono tenute a esibire il green pass rinforzato e a indossare la mascherina FFP2 all’interno della sala.

 

Indirizzo: Biblioteca civica "G. Ferrero" di Alba, Via Vittorio Emanuele, Alba, CN, Italia

Biblioteca civica "G. Ferrero" di Alba, Via Vittorio Emanuele, Alba, CN, Italia
Direzioni ↝

Biblioteca Giovanni Ferrero

La Biblioteca civica  Ferrero di Alba, Centro rete del Sistema bibliotecario delle Langhe, fu istituita nel 1960 per creare una biblioteca aperta e a disposizione di tutti i cittadini. Nel 1971 fu trasferita in locali appositamente ristrutturati nel Palazzo della Maddalena, zona centrale della città, dove risiede tuttora la nuova sede,aperta nel 1987.