Bra — Casa della Biodiversità

Il patrimonio caseario della Basilicata

Biodiversità e beni culturali immateriali della Basilicata si incontrano in un progetto, in cui l’alimentazione è il fulcro della valorizzazione del territorio

da lunedì

20 Settembre 2021

alle 14:00

a lunedì

20 Settembre 2021

alle 15:00

La cultura alimentare è un bene fondamentale da salvaguardare e promuovere, nel rispetto dell’ecosistema e della memoria delle comunità.

In questo senso si muove il Geoportale della cultura alimentare, progetto promosso dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale e finanziato dal PON (Programma Operativo Nazionale) Cultura e Sviluppo, di cui Slow Food è partner.

Un percorso di ricerca e promozione del patrimonio immateriale legato al cibo che si sta sviluppando a partire dalla Basilicata.

A Cheese, entriamo nel vivo del progetto, scoprendo in anteprima alcuni degli strumenti scelti per raccontare questo patrimonio: i video di micro-narrazione che hanno come protagonisti alcuni formaggi della Basilicata e che presentano storie di prodotti, persone e comunità, paesaggi e tradizioni ad essi legati.

Al termine, degustazione a base di prodotti tradizionali della Basilicata.

Intervengono:

  • Donato Del Corso, Direttore Generale Dipartimento Politiche Agricole della Regione Basilicata
  • Angelo Boscarino, CEO BIA Srl
  • Leandro Ventura, Direttore dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale del Mic (Ministero della Cultura)
  • Paride Leone, Slow Food Basilicata
  • Serena Milano, Segretario Generale Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Alcuni produttori delle realtà del settore lattiero-caseario della Basilicata interverranno nella conferenza raccontando le loro esperienze e facendo degustare i loro prodotti.

Modera: Martina Liverani, giornalista de ilgusto.it del gruppo Gedi

Cheese: considera gli animali

Cheese, il più grande evento internazionale dedicato ai formaggi a latte crudo e alle forme del latte, torna a Bra dal 17 al 20 settembre 2021.

Gli organizzatori, Città di Bra e Slow Food, con il sostegno della Regione Piemonte, sono infatti all’opera per garantire la sicurezza per tutte le aree e gli appuntamenti del programma che in queste tredici edizioni hanno garantito il successo della manifestazione.

Il tema che guida questa edizione è Considera gli animali, per raccontare il regno animale e la varietà di connessioni con le azioni dell’uomo, dalle razze da latte che garantiscono reddito alla microbiodiversità, dalle api a tutti gli altri impollinatori indispensabili per l’allevamento al pascolo.

Senza di loro infatti non esisterebbe l’infinita biodiversità casearia che tocchiamo con mano a Cheese e che rappresenta un pezzo importante della storia dell’umanità.

Ancora una volta, quindi, i formaggi sono i perfetti testimonial di un’avanguardia che affonda le proprie radici nel solido e millenario rapporto tra esseri umani, animali e ambiente e che rappresenta una fetta importante della produzione agroalimentare e dell’economia del nostro Paese.

Non solo formaggio

Come sempre, la manifestazione si colora delle interpretazioni regionali proposte dalle Cucine di strada e dalle originali preparazioni espresse dei Food truck, il tutto arricchito dai birrifici artigianali, espressione della migliore sperimentazione brassicola italiana.

Organizzato da

Slow Food

Inizia

20 Settembre 2021

alle 14:00

Finisce

20 Settembre 2021

alle 15:00

Come partecipare

Ingresso gratuito

In adeguamento alle norme vigenti, gli appuntamenti della casa della biodiversità a Cheese 2021 sono accessibili esclusivamente ai detentori del certificato verde.

Ogni appuntamento è accessibile a un massimo di 50 persone. non c’è prenotazione.

È consigliabile presentarsi in loco 15 minuti prima dell’inizio.

Indirizzo: Via Marconi, Bra, CN, Italia

Via Marconi, Bra, CN, Italia
Direzioni ↝

Slow Food

Slow Food è una grande associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Ogni giorno Slow Food lavora in 150 Paesi per promuovere un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti.