Pubblicati da Lorenzo Tablino

Arneis: gli inizi in cantina #5 – Giovanni Negro

Giovanni Negro, nato nel 1949, è sempre vissuto a Monteu Roero. Sposato con Maria Elisa e padre di Gabriele, Angelo, Emanuela e Giuseppe. Cresciuto tra i sabbiosi vigneti del Roero, ha iniziato ricevendo da suo padre la responsabilità di condurre l’Azienda vitivinicola di frazione Sant’Anna, che ora gestisce insieme ai figli: 100 ettari di terreni […]

Arneis: gli inizi in cantina #3 – Umberto Ambrois

Umberto Ambrois, enologo, ha lavorato in alcune cantine ed è stato insegnante alla scuola enologica di Alba. Da decenni è un appassionato studioso di viticoltura ed enologia del Roero. Ha pubblicato “Roero-Vite e Vino” nel 1978 per le edizioni Gribaudo – premio internazionale O.I.V.1978. Il racconto di Umberto Ambrois Avevo una buona esperienza di vini […]

Arneis: gli inizi in cantina #2 – Alfredo Currado

Alfredo Currado si è diplomato enologo in Alba nel 1973. Inizialmente ha lavorato presso le cantine Coppo a Canelli, in seguito svolse attività di consulente vitivinicolo. Nel 1960 alla morte prematura dello suocero assunse la carica di responsabile tecnico delle cantine Vietti di Castiglione Falletto. Ha collaborato con enti e istituzioni varie, contribuendo in tal […]

Arneis: gli inizi in cantina #1 – Introduzione

Quando c’era pochissima uva, scarsità di conoscenze e di mezzi tecnici. Quando non c’erano nè mercato, nè promozione. C’era solo grande entusiasmo e molta determinazione. Cinque protagonisti raccontano un’epoca. Ormai è preistoria, ma tutto iniziò in quegli anni. Per non dimenticare. Lorenzo Tablino La storia dell’Arneis Renesium, un nome simile all’Arneis compare per la prima […]

Un omaggio a Bruno Giacosa

Quando verrà scritta una nuova storia dei vini albesi non si potrà far meno di parlare di Bruno Giacosa, uno dei padri del vino Piemontese, uno degli ultimi “grandi vecchi” di Langa. Un doveroso tributo a chi ha dedicato tutta la sua esistenza alla promozione e valorizzazione del Barbaresco e degli altri vini di Langa. […]

Vendemmia 2017: fra cambiamenti climatici e pratiche enologiche

Quante definizioni per l’ultima vendemmia: calda, torrida, irregolare, imprevedibile, strana, difficile, anarchica. Ovviamente anticipata. Molto aggiungo. La vendemmia in agosto, in certi casi a fine luglio ormai, è una costante. Probabilmente dovremmo considerarla non un’eccezione, ma la regola con cui confrontarci. I cambiamenti climatici a livello mondiale cambiano alcuni scenari sia nel vigneto, sia in cantina. […]

Bottiglie da collezione: bene rifugio alternativo

L’incognita della crisi finanziaria internazionale, l’incertezza sui rischi correlati a investimenti in titoli obbligazionari e fondi investimento obbliga a cercare beni rifugio alternativi sui quali concentrare gli investimenti finanziari. Tra questi l’acquisto di pregiate bottiglie di vino è preso in forte considerazione il tutto il mondo. Evidenzia Raimondo Romano, della omonima casa d’aste romana: “Ho […]

Lo Champagne “Moët & Chandon Imperial Brut”

Champagne! Una regione francese, un vino, un mito. Se non altro per quanto evoca: bellezza, lusso, seduzione, piacere, successo. In sintesi la cosiddetta “Joie de vivre”. Il percorso dello Champagne inizia circa 4 secoli fa. L’indiscusso prestigio dell’acquisto è correlato a due precisi fattori: la qualità percepita, unitamente alla grande immagine costruita dagli abilissimi PR francesi. […]

Appunti sparsi: la vendemmia 2015 secondo Tablino

Tra le migliori degli ultimi 30 anni. Ne avessimo sempre vendemmie così. L’osservazione arguta da parte di Teo Costa, noto produttore in Castellinaldo d’Alba, ben sintetizza gli enormi pregi di questa vendemmia appena terminata nel sud Piemonte. Iniziamo dall’uva bianca per eccellenza: il moscato. Guido Bezzo responsabile del laboratorio del Consorzio Tutela Asti, è soddisfatto:  un’uva […]

Il mio nuovo libro: Sorì – La fatica del sorriso: le vigne del Moscato d’Asti da salvare

Il mio nuovo libro è dedicato al mondo del Moscato, un mondo che ho vissuto anch’io in prima persona, attraverso tredici interviste. L’esperienza è stata incredibile: sono stato pienamente contagiato dall’umanità di queste persone. Nel libro emergono così speranze, tensioni, timori e gioie dei viticoltori. Al centro, il problema del moscato, soprattutto per le aziende […]

Sulle tracce del Barolo #6: Alba e Bra

Quando ci siamo lasciati, dopo la nostra visita alla storica Fontanafredda, vi avevo promesso che in questo nostro ultimo appuntamento avremmo avuto una sorpresa. E infatti ecco che, dopo Alba, visiteremo anche Bra. Una città oggi priva di vocazione vinicola ma che in passato, forse, fu il vero centro di produzione del Barolo. Ad Alba: la […]

Sulle tracce del Barolo #5: a Fontanafredda

Stiamo quasi arrivando alla fine del nostro viaggio. Dopo un appuntamento tutto Sabaudo, con la visita alla residenza Reale e alle tenute del Conte Camillo, oggi ci spostiamo di una collina più in là, nella famosa tenuta di Fontanafredda, uno dei più grandi produttori di Barolo. Nella tenuta di Fontanafredda in Serralunga d’Alba iniziarono ad impiantare […]