Alba — Teatro Sociale G. Busca

Stanno sparando sulla nostra canzone

Una commedia di Giovanni Gra che racconta la malavita nell'America degli anni Venti

da martedì

05 Aprile 2022

alle 21:00

a martedì

05 Aprile 2022

alle 23:00

Veronica-Pivetti - eventi

Siamo in America nei mitici anni venti, anni d’oro e ruggenti.

I baci e gli abbracci non sono più un pericolo, l’epidemia di spagnola è un lontano ricordo.

In ogni pentola, o quasi, frigge un pollo. Gli scampati corteggiano le sopravvissute. Siamo in pieno proibizionismo, la malavita prospera e con essa un folto sottobosco di spregiudicati.

Questa l’atmosfera dello show supportato da una trascinante colonna sonora che va da David Bowie a Gianna Nannini, da Tina Turner a Tiziano Ferro e Achille Lauro, l’intramontabile Raffaella Carrà e il sempre attuale Elton John.

Protagonista di questa Black Story, una sensuale e spiritosa Veronica Pivetti, in arte Jenny Talento, fioraia di facciata ma, in realtà, venditrice d’oppio by night, che finisce col cedere alle avances di un fallito e truffaldino giocatore di poker, Nino Miseria.

Rapita dalla passione, Jenny si lascerà trascinare in un mondo perduto fatto di malavita, sesso, amore e gelosia.

Fino a quando il gangster più temuto della città, Micky Malandrino, un visionario dal mitra facile, spacciatore di sentimenti e tentazioni, non pretenderà da lei la restituzione di un vecchio debito contratto dal suo amante.

Dopo qualche resistenza, la donna cede, ma poi ci ripensa trascinandoci all’epilogo in una resa dei conti salata e non più rinviabile, con un finale in crescendo decisamente esplosivo.

Organizzato da

Teatro Sociale G. Busca

Inizia

05 Aprile 2022

alle 21:00

Finisce

05 Aprile 2022

alle 23:00

Come partecipare

24.00 € Primo Posto

22.00 € Secondo Posto

26.00 € Poltronissima

Indirizzo: Teatro Sociale "Giorgio Busca", Piazza Vittorio Veneto, Alba, CN, Italia

Teatro Sociale "Giorgio Busca", Piazza Vittorio Veneto, Alba, CN, Italia
Direzioni ↝

Teatro Sociale G. Busca

Il Teatro Sociale, intitolato al suo ideatore "Giorgio Busca", vanta una struttura unica in Italia: un teatro nel teatro o, meglio ancora, un teatro allo specchio, con il palcoscenico in comune a fare da ideale ponte tra due differenti epoche storiche, tra ‘800 e fine millennio.