Caraglio — Filatoio di Caraglio

Steve McCurry. Texture

Il Filatoio di Caraglio torna protagonista con gli scatti del grande fotografo americano nella nuova mostra realizzata dalla Fondazione Artea

da giovedì

29 Dicembre 2022

alle 15:00

a domenica

01 Gennaio 2023

alle 19:00

La mostra farà rivivere gli spazi dell’antico setificio attraverso un percorso espositivo in grado di “tessere” trame di vita, quelle impresse nei 100 scatti provenienti da tutto il mondo del celebre fotografo e umanista americano, con i tessuti e la storia del luogo, ex fabbrica di seta ora “fabbrica culturale”.

La mostra

Tessere trame per rigenerare luoghi. Questo è Steve McCurry Texture, la mostra pensata per valorizzare il Filatoio di Caraglio, il più antico complesso manifatturiero serico conservato in Europa, e il Museo del Setificio Piemontese sito al suo interno.

Il percorso espositivo dialoga con gli spazi della fabbrica e la loro storia e suggerisce al visitatore a una doppia lettura.

Il termine Texture presente nel titolo del progetto, infatti, deriva dal latino textus, che significa «testo» e «narrazione», ma anche «intreccio» e «tessuto». Le fotografie iconiche di McCurry, in grado di fissare e catturare magistralmente la condizione umana, portano con sé il potere evocativo di molte storie in cui i tessuti e gli abiti rappresentano sia l’espressione del singolo che l’appartenenza ad un popolo.

Una narrazione, arricchita dal contributo della Fondazione Antonio Ratti, che si sviluppa negli spazi identitari del filatoio, come la sala dei torcitoi, un tempo eccellenza di questo territorio nel mondo”.

La mostra – racconta Biba Giacchetti di Sudest57 – indaga il rapporto intrinseco tra l’essere umano e il modo di vestire, acconciarsi e apparire, attraverso una selezione di 100 scatti del celebre fotografo e umanista americano che hanno come focus il tessuto, in un percorso espositivo che intreccia trama visiva e trama emotiva.

Una narrazione che parte da una sezione dedicata alla manifattura e alla produzione, che in ogni paese, per tradizione e disponibilità, si avvale di mezzi e strumenti di realizzazione differenti, ma allo stesso tempo è simile nell’approccio manuale e creativo per proseguire con una galleria dei più celebri ritratti di McCurry, in cui le persone esprimono con fierezza il loro “essere”, tanto nei ricchi abiti tibetani quanto nelle più semplici condizioni dei rifugiati afgani, come la tanto amata Sharbat Gula.

La mostra consente, infine, di ritrovare tutte le celebri icone scattate da McCurry, in una vera e propria retrospettiva dei suoi molteplici progetti.

Il progetto, curato da Biba Giacchetti con il contributo di Maddalena Terragni, è promosso e realizzato dalla Fondazione Artea, in collaborazione con Fondazione Filatoio Rosso, Civita Mostre e Musei, Sudest57 e Fondazione Antonio Ratti, con il patrocinio del Comune di Caraglio, il contributo della Fondazione CRC e della Fondazione CRT e con il sostegno della Banca di Caraglio.

Organizzato da

Fondazione Filatoio Rosso

Inizia

29 Dicembre 2022

alle 15:00

Finisce

01 Gennaio 2023

alle 19:00

Come partecipare

Biglietti

12,00 € intero

9,00 € ridotto riservato a bambini/ragazzi dai 7 ai 19 anni; studenti universitari fino ai 25 anni; adulti over 65 anni; insegnati con certificazione; soci Acli; soci Fai.

6,00 € ridotto gruppi (10-20 persone) solo ingresso mostra

3,00 € ridotto scuole (15-25 persone) solo ingresso mostra

ingresso gratuito: bambini fino ai 6 anni; persone diversamente abili + accompagnatore; possessori di “Abbonamento Musei Piemonte e Valle d’Aosta” o di “Abbonamento Musei Formula Extra”; guide turistiche abilitate del territorio piemontese; giornalisti; residenti in Caraglio soltanto la domenica mattina.

Biglietteria presso il Filatoio (via Matteotti 40, Caraglio) e online su www.ticket.it (servizio attivo dal 28 settembre).

Orari

Giovedì e venerdì: 15:00 → 19:00

Sabato, domenica e festivi: 10:00 → 19:00

Visitabile fino al 29 gennaio 2023

Indirizzo: Filatoio di Caraglio, Via Giacomo Matteotti, Caraglio, CN, Italia

Filatoio di Caraglio, Via Giacomo Matteotti, Caraglio, CN, Italia
Direzioni ↝

Fondazione Filatoio Rosso

L'edificio storico sito nel Comune di Caraglio, oggi denominato "Filatoio Rosso", è il più insigne monumento storico culturale di Archeologia Industriale in Piemonte, unico ad essere qualificato tale dal Consiglio d'Europa nel 1993. Opera dell'Architetto Ducale Amedeo di Castellamonte e Giò Francesco Galleani nominato dal Duca di Savoia Carlo Emanuele II supervisore Ducale dell'industria serica, il Filatoio fu realizzato in soli due anni (1676-1678) e comprendeva due destinazioni d'uso: produttiva e abitativa. Il setificio, inteso come complesso filanda + filatoio, è la più antica fabbrica d'Europa ancora esistente e una delle più antiche fabbriche al mondo in assoluto. Nel marzo del 2001 al Comitato per la rinascita del Filatoio Rosso subentra la Fondazione Filatoio Rosso di Caraglio.