Rore — paese

La Baìo di Rore

La giornata conclusiva della antica festa alpina con il processo al Tesoriere

da giovedì

16 Febbraio 2023

alle 08:00

a giovedì

16 Febbraio 2023

alle 18:00

Giovedì 16 febbraio

Rore

Aprono il corteo di Rore (Roure) le Sarazine seguite dai Sapeur, dalle Segnourine, dagli Espous (una coppia che avanza all’interno della sfilata affiancata da Uzuart), i Sounadour, i Grec, i Tambourin, gli Escarlinìe, armati di mazze inghirlandate da rami di edera.

Esse precedono lo Stato Maggiore composto da due Sout Portabandiero, due Portobandiero, due Abà, lu Segretari e lu Tezourìe.

Ogni ufficiale è scortato da una guardia del corpo, l’Uzuart.

Seguono i Signouri e lu Viei con la Vieio.

Anche in questo corteo i Cantinìe e gli Arlequin non hanno una posizione fissa.

Programma

Ore 08:00 Partenza e sfilata in direzione Sampeyre

Ore 10:00 Incontro con la Baìo di Sampeyre, sfilata per il paese

Per il resto della giornata valgono gli orari della Baìo di Sampeyre.

Ore 16:00 Arrivo a Rore e processo al Tesoriere

La storia

La Baìo è un’antica festa alpina che affonda le sue radici in tempi remoti, in cerimonie primaverili di propiziazione dei nuovi raccolti con le quali si salutava il ritorno della ‘luce’ dopo i bui mesi invernali.

La festa, attraverso i diversi periodi storici, si è andata caricando di nuovi simboli che si sono sovrapposti ai precedenti fino ad assumere la struttura attuale.

Una tradizione, consolidatasi in tempi relativamente recenti, ma che si è radicata profondamente nell’opinione popolare, indica la Baìo come un ricordo, una rievocazione storica delle incursioni di predoni saraceni che verso l’anno mille, provenienti dalle coste della Provenza, avrebbero terrorizzato la valle: la popolazione locale, insorta in armi, avrebbe liberato la propria terra da questo pericolo.

Di certo la Baìo è considerata dalla gente del luogo come una festa di libertà, di unione e di pace, caratteristiche senza le quali non avrebbe ragione di esistere.

Anche il grido ‘Baìo’ che i protagonisti lanciano spesso durante la sfilata e che diventa sempre più frequente e più sentito con l’approssimarsi della conclusione della festa è un ‘inno’ alla libertà, che contagia e coinvolge lo spettatore, rendendo la Baìo un momento veramente comunitario.

Il termine Baìo, accezione occitana equivalente a ‘ABBADIA’, trae le sue origini da ’ABBADIA’ o ‘BADIA’, denominazione delle associazioni giovanili tardo medioevali che avevano lo scopo preminente, almeno in valle, di organizzare feste comunitarie.

Oggi, con il termine Baìo, si intende sia la festa in sé sia il gruppo dei partecipanti.

La Baìo si svolge ogni 5 anni ed è composta da quattro gruppi o Baìe: quello del capoluogo (Piasso) e quelli delle frazioni di Villar, Calchesio e Pore.

Ciascuno è formato da un certo numero di coppie di personaggi, di cui alcune compaiono solo in un determinato gruppo.

I costumi di personaggi identici, ma appartenenti a Baìe diverse, possono presentare particolarità di un certo rilievo, caratterizzando così in modo marcato il gruppo di appartenenza.

L’elemento fondamentale dei costumi è rappresentato dai nastri di seta (BINDEL) che ornano e impreziosiscono abiti e copricapo, determinandone l’originalità.

Tutti i partecipanti sono uomini, anche coloro che interpretano personaggi femminili.

La manifestazione si svolge in due domeniche consecutive e nel seguente giovedì grasso.

La prima domenica la Baìo di Sampeyre riceve la visita di quella di Calchesio, mentre Rore e Villar circoscrivono il loro territorio.

La seconda domenica è il giorno di un imponente evento comunitario, infatti le Baìo di Calchesio, di Villar e di Rore si recano nel capoluogo per unirsi a quella di Piasso.

L’incontro degli Abà, i capi supremi dei quattro gruppi, è un momento di grande solennità che si compie con l’incrociarsi delle spade in segno di saluto e di benvenuto.

Il giovedì grasso la festa è caratterizzata, alla fine della giornata, dai processi: ogni gruppo giudica il proprio tesoriere accusato di furto ai danni della comunità, ma la sentenza emessa nei confronti dell’accusato non è la stessa in ogni Baìo.

 

Organizzato da

Comune Sampeyre

Inizia

16 Febbraio 2023

alle 08:00

Finisce

16 Febbraio 2023

alle 18:00

Come partecipare

Evento gratuito

Indirizzo: Rore, Sampeyre CN, Italia

Rore, Sampeyre CN, Italia
Direzioni ↝