Torino — Parco della Tesoriera

Ever Green Fest

Un'altra serata del festival che esplora l’arte performativa in ogni sua forma. Laboratorio di scultura, Chiara Effe e Fran e i pensieri molesti

da sabato

25 Giugno 2022

alle 16:30

a sabato

25 Giugno 2022

alle 23:30

Chiara Effe - eventi

Torna con la sua settima edizione Evergreen Fest con un programma ricchissimo: 220 artisti, 46 serate, 6 spettacoli per famiglie, 4 concerti di musica classica e oltre 100 ore di laboratorio.

25 Giugno

H 16:30

Laboratorio di scultura per bambini dai 6 agli 11 anni a cura dell’associazione FraLeNubi

H 19:00

Apertura punto ristoro

H 20:00

Chiara Effe Concerto musica d’autore della cantautrice cagliaritana, laureata al Conservatorio in Etnomusicologia e prossima alla terza laurea in Canto Jazz.

Inizia a scrivere le proprie canzoni nel 2013, dopo aver passato la vita a cantare.

H 21:30

Fran e i pensieri molesti. Concerto della band torinese indie con influenze elettroniche che ha vinto l’Emergenza Festival.

 

Il festival che esplora l’arte performativa in ogni sua forma prevede 46 giorni di concerti, spettacoli, laboratori, serate talk, incontri, libri, buone pratiche, proiezioni film, area ristoro e aula studio.

Fino al 24 luglio Evergreen Fest ospita artisti e personalità di caratura nazionale.

Organizzato da

Tedacà

Inizia

25 Giugno 2022

alle 16:30

Finisce

25 Giugno 2022

alle 23:30

Come partecipare

Gratuito Tutti gli appuntamenti e le attività sono ad accesso libero.

Per la cena si consiglia la prenotazione del tavolo via email o telefono dal lunedì alla domenica dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Indirizzo: Parco della Tesoriera, Corso Francia, Torino, TO, Italia

Parco della Tesoriera, Corso Francia, Torino, TO, Italia
Direzioni ↝

Tedacà

Tedacà, nasce nel 2002 ed è una compagnia di artisti, di ricerca e sperimentazione attiva sul territorio e che ha raccolto numerosi premi e riconoscimenti nazionali. Ha come scopo principale l’espressione dell’umano attraverso l’uso delle arti della scena. Per Tedacà, il teatro, la danza, il canto e la musica sono strumenti fondamentali di racconto e testimonianza dell’uomo, delle sue difficoltà, delle sue contraddizioni, capacità e desideri. Tedacà fonda i suoi principi sull’accessibilità dell’arte performativa