Pollenzo — Ristorante Garden

Cheese: Juan Camilo Quintero, dalle colline del Chianti alle Langhe

La seconda giornata del più grande evento mondiale dedicato ai formaggi a latte crudo: l'executive chef che ha studiato a Pollenzo offre una prova della sua cucina

da sabato

16 Settembre 2023

alle 20:30

a sabato

16 Settembre 2023

alle 22:30

Juan Camilo Quintero, dalle colline del Chianti alle Langhe

Pollenzo, ristorante Garden, ore 20:30

Relais & Châteaux e Slow Food condividono la passione per una gastronomia etica che guardi al futuro, sostenendo l’agricoltura rigenerativa, i produttori di piccola scala, la biodiversità e la bellezza del patrimonio naturale.

Un impegno che a Cheese portiamo a tavola grazie alle creazioni di Juan Camilo Quintero, executive chef di Borgo San Felice a Castelnuovo Berardenga (SI), dove guida entrambe le proposte gastronomiche de il poggio rosso e l’osteria il grigio.

Juan Camilo Quintero, di origini colombiane e con un bagaglio di esperienza fortemente cosmopolita, ha studiato a Pollenzo presso l’Università di Scienze Gastronomiche, per poi formarsi al fianco di chef stellati come Massimo Bottura e Juan Mari Arzak, fino all’incontro con Enrico Bartolini.

L’impronta data alla cucina di Borgo San Felice è data dalla selezione del meglio della produzione locale, sposato talvolta con ingredienti esotici e un naturale richiamo alle radici latinoamericane dello chef.

Cotture semplici e tradizionali, piatti che si arricchiscono dei profumi delle erbe e degli ortaggi di autoproduzione, e menù che partono dal mare della costa toscana per arrivare alle colline del Chianti gli hanno guadagnato, nel 2021, la Stella Michelin.

Vi invitiamo a scoprirne tutta la bellezza a Cheese, in questo scorcio di Langa.

95,00 € a persona. Biglietti acquistabili sul sito 

Il tema

L’erba verde, con le sue molte sfumature ed essenze, i fiori, i profumi, gli aromi, è l’alimento primario per il bestiame da latte.

I ruminanti vivrebbero naturalmente di sola erba o fieno perché, al contrario degli esseri umani, sono in grado di trasformare la cellulosa dell’erba in proteine, consumando un alimento che non sarebbe digeribile per noi.

L’erba dei pascoli e dei prati è igienica, ricca di princìpi nutritivi, digeribile.

Il latte che ne deriva è di altissima qualità biochimica e organolettica.

Gli animali ritrovano il proprio habitat naturale e originario e, nutrendosi dell’erba dei prati, vivono meglio e più a lungo, traendo naturalmente dalle essenze foraggere tutto quel che è necessario al proprio nutrimento.

Migliore per gli animali, migliore per la nostra salute

Il passaggio dall’erba al formaggio sembra una magia, ma è un processo assolutamente naturale: le sostanze aromatiche delle erbe sono trasmesse al latte perché i composti vegetali odoriferi sono in parte solubili nei grassi del latte stesso.

I grassi diventano così un serbatoio di profumi e un veicolo attraverso il quale i profumi passano nel formaggio e lentamente, mediante la stagionatura e l’affinamento, riemergono a conferire un marchio di origine sensoriale.

Un marchio che, per di più, fa bene alla nostra salute. I formaggi che hanno origine sui pascoli e i prati stabili hanno infatti un rapporto Omega-6/Omega-3 inferiore a 4, a volte anche solo pari a 1.

Il latte che li origina è ricco di aromi, di molecole antiossidanti e di acidi grassi “buoni” come il Cla (acido linoleico coniugato).

Nei formaggi ottenuti dal latte di animali allevati in sistemi intensivi e nutriti a cereali, insilati di mais, soia e altri sottoprodotti industriali, invece, il rapporto Omega-6/Omega-3 può addirittura essere superiore a 10, aumentando i fenomeni infiammatori, il colesterolo cattivo, e favorendo la produzione di massa grassa.

Bra

Qui come sempre trovi il Mercato dei formaggi, la Via degli affinatori e dei selezionatori, i Presìdi Slow Food, la Casa della Biodiversità, i Laboratori del Gusto, la Gran Sala dei formaggi e l’Enoteca, il Percorso sui prati stabili, le Cucine di strada, i Birrifici artigianali, i Food truck, gli spazi dei partner e molto altro.

Pollenzo

Un altro importante polo dell’evento è Pollenzo, a 6 chilometri dal centro di Bra, sede dell’Università di Scienze Gastronomiche (Unisg), della Banca del Vino e dell’Albergo dell’Agenzia.

Oltre a prenderti il tempo per visitare il complesso, qui puoi partecipare agli Appuntamenti a Tavola e ai Laboratori del Gusto sugli abbinamenti tra vini e formaggi, oltreché alle attività organizzate da Unisg presso la sede di Pollenzo.

Arrivare a Pollenzo è facile, grazie alle apposite navette messe a disposizione dall’organizzazione.

 

Organizzato da

Slow Food

Inizia

16 Settembre 2023

alle 20:30

Finisce

16 Settembre 2023

alle 22:30

Come partecipare

95,00 € Prenotazione sul sito

Informazioni, comunicazione: info.eventi@slowfood.it

Prenotazioni e informazioni sulla biglietteria online: prenotazioni@slowfood.it

Il termine ultimo per le iscrizioni online è il 14 settembre.

 

 

 

Indirizzo: Ristorante Garden, Via Fossano, Pollenzo, CN, Italia

Ristorante Garden, Via Fossano, Pollenzo, CN, Italia
Direzioni ↝

Slow Food

Slow Food è una grande associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Ogni giorno Slow Food lavora in 150 Paesi per promuovere un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti.