Letture golose

Abbiniamo i vini ai piatti a base di tartufo

Ottobre 23, 2020

In autunno, l’oro indiscusso delle Langhe, il Tartufo Bianco d’Alba, matura.

Se stai pensando di preparare un pranzo o una cena a base di tartufo con amici e parenti, ti do un’ottima notizia: i piatti da abbinare al tartufo (che puoi acquistare online qui) sono semplici. Basici direi, sia come gusti che da cucinare.

I piatti da abbinare al tartufo sono semplici. Basici direi, sia come gusti che da cucinare

Anzi, meno elaborata sarà la ricetta che sceglieremo, più riusciremo ad assaporare il gusto intenso e unico del tartufo.

L’abbinamento vino e tartufo

Prima di menzionare alcuni piatti da tartufo, vorrei fare una premessa importante riguardo all’abbinamento enoico.

Inizierei col dirti che non esistono abbinamenti tra il tartufo e il vino

Inizierei col dirti che non esistono abbinamenti tra il tartufo e il vino. E’ molto importante scegliere il vino in base al piatto che deciderai di servire a tavola. Questo perché il tartufo è considerato un condimento.

Vino rosso

Vino rosso

L’ideale comunque, sarebbe la scelta di un vino rosso, poco tannico e non troppo strutturato in modo da non rischiare di coprire il gusto del tartufo. Ma non è detto: un bianco potrebbe comunque rivelarsi un’ottima scelta.

I Piatti & Gli Abbinamenti

Passiamo ora alla parte più golosa e divertente. Parliamo dei piatti che si addicono ad essere conditi con il tartufo e alla selezione dei vini che andremo ad accompagnare a questi.

Tajarin al tartufo

Tajarin al tartufo

Pronto a esultare di gioia per la loro facilità di esecuzione e bontà?

Antipasti

I classici antipasti da condire con il tartufo sono l’insalata di ovuli o di porcini da mangiare accompagnati a un buon metodo classico, e la carne cruda battuta al coltello (o all’albese), da abbinare a un Dolcetto.

Primi piatti

Anche nei primi, la semplicità la fa da padrona.

Il risotto in bianco: il suo sapore delicato e il calore del piatto sono ideali per far sprigionare al meglio i profumi del tartufo. Lo puoi abbinare ad un Roero DOCG.

Anche il classico piatto di tajarin, rigorosamente al burro, è perfetto per una bella grattatina di bianco. Li puoi assaporare con un buon Dolcetto.

In alternativa, gli gnocchi di patate al burro, che con il loro calore faranno sì che il profumo del tartufo si sprigioni al meglio. Da abbinare con Nebbiolo un po’ intenso.

Secondi

I secondi piatti della tradizione langhetta sono spesso piuttosto elaborati e complessi, non ideali quindi per essere conditi con il tartufo.

Fra le opzioni più semplici abbiamo l’uovo al tegamino da accompagnare ad uno Roero Arneis, oppure la fonduta, da mangiare abbinata ad un Nebbiolo.

Conservazione del tartufo

Il tartufo bianco deve essere consumato fresco, perciò, ti suggerisco di gustarlo entro pochi giorni dall’acquisto.

Potrai scegliere di avvolgerlo in un panno e riporlo in un vasetto a chiusura ermetica oppure puoi conservarlo in un barattolo di riso, in frigorifero.

Il risultato di conservazione è lo stesso, ma se deciderai di metterlo nel riso, finito il tartufo, potrai cucinare un risotto e ricordare con nostalgia il suo buon gusto.

Quando acquistare

Non ci resta che spendere due parole riguardo all’acquisto del Tartufo Bianco d’Alba.

Il periodo migliore per l’acquisto di questa eccellenza va da novembre a dicembre, mesi in cui le condizioni climatiche sono ottimali e favoriscono la perfetta maturazione del Tartufo.

Langhe - Ricerca tartufi

Ricerca del tartufo

Inoltre, considerando che in questo periodo dell’anno l’offerta si alza, anche i prezzi diminuiscono leggermente.

Puoi acquistarlo online qui, e qui invece puoi consultare una selezione di vini da bere con i piatti al tartufo.