Letture golose

Da portare in Tavola a Natale il Menù delle Langhe

Dicembre 16, 2015
tavola natale

Cosa c’è di meglio che una calda ed avvolgente atmosfera familiare per vivere insieme ai propri cari il pranzo di Natale o la cena della vigilia?

Per molti che la pensano così, ci sono altri che preferiscono sbirciare i menù dei ristoranti, prenotare il tavolo e rilassarsi, godendo di piatti preparati da altri.

Se tu appartieni alla categoria tuttofare e sei convinto di volerti mettere al lavoro per il benessere dei tuoi invitati, ecco i piatti che non possono proprio mancare su un tavolo natalizio di Langa!

Crediti foto – La Cuciniera Moderna

Antipasti

La carne cruda all’albese è la classica portata presente sulle nostre tavole. Facile e veloce da preparare: basta distenderla o impiattarla nella forma desiderata, aggiungere un filo di olio, aglio, sale grosso ed il gioco e fatto. Alcuni la preferiscono senza condimento.

Due cose dovete ricordare: è importante che la carne mantenga il suo colorito roseo, quindi occhio al limone che tende a cuocerla ed al breve lasso di tempo che deve trascorrere tra l’acquisto ed il consumo.

Completiamo il piatto con una grattata di Tartufo Bianco d’Alba.

In abbinamento consigliamo un Dogliani DOCG di Cà Neuva (Dogliani).

Crediti foto – casadeicappelletti.com

Primi

Agnolotti al sugo d’arrosto. Possiamo accompagnare questo piatto con una Barbera di Cascina Gramolere (Monforte d’Alba) o un Dolcetto d’Alba biologico di Giorgio Barovero (Monforte d’Alba).

La caratteristica principale dell’agnolotto piemontese, rispetto alle altre specialità di pasta ripiena del resto d’Italia, è l’utilizzo di carne d’arrosto per il ripieno e dell’intingolo come condimento.

Secondo la tradizione contadina “del non sprecare nulla”, la carne avanzata veniva tritata e mescolata con verdure ed altri ingredienti per crearne il ripieno.

Si tratta di un primo che mette tutti d’accordo, gustoso e molto saporito.

Crediti foto – blog giallo zafferano

I Secondi

Latte per ammorbidire la carne e nocciole pestate fini, sono gli ingredienti per insaporire l’arrosto di vitello. Si tratta di una ricetta di sicuro successo e di poco sforzo nella preparazione.

Meno tritate le nocciole amalgamate nel composto per creare la salsa d’accompagnamento, più la stessa risulterà cremosa.

Lo accompagniamo con un Barolo di Sylla Sebaste (Barolo).

Crediti foto – caffedessert.it

Formaggi e Dolci

Verso fine pasto non può mancare la tradizionale ruota di formaggi misti accompagnata da una delicata cognà preparata in casa.

Il Monte Bianco ed il tradizionale Bunet della nonna sono i nostri dolci suggeriti affiancati da un bicchiere di Moscato d’Asti di Ghiga Giovanni (Castiglione Tinella).

Segue la tradizionale frutta secca, (noci, nocciole, arachidi, anacardi, pistacchi e mandorle) e quella fresca tipica del Natale: mandarini, pere, cachi, clementine e mandaranci.

Buon appetito, Buon Natale e ricordate che per scoprire gli appuntamenti sul territorio legati alle feste è sufficiente un click  QUI