Cascina feudale con cappella del SS. Crocifisso e di S. Teresa

Qui nella borgata della località Bricco del Gallo a Sinio (il «Brich del Gallo» a metri 457 di altitudine s. l. m.), composta anche dalla cascina Fusina, era situata la masseria feudale dei marchesi Del Carretto, con propria cappella gentilizia.

L’attuale casa Denegri corrisponde all’edificio nobiliare che era contraddistinto esternamente dallo stemma del casato sull’ingresso, internamente da soffitti a cassettoni lignei e dall’accesso ad un percorso sotterraneo.

La gentilizia sede di culto, che è posizionata in contiguità tra quella suddetta e l’odierna casa Francavilla, era intitolata al SS. Crocifisso ed a S. Teresa d’Avila. Risultava interdetta già nel 1869.

Storia

Lo storico complesso, in origine compreso fra i tenimenti del castello dei marchesi Del Carretto, sorse durante la prima metà del Seicento e rimase in quella specificità sino all’Ottocento, quando le siniesi proprietà feudali vennero cedute ai conti Vassallo di Castiglione Falletto.

Questa tenuta marchionale era direttamente collegata con un percorso ad un antico fortilizio di controllo e d’avvistamento, ancora nell’Ottocento denominato «Castello dei Moucci» (l’attuale cascina Bricchetto sul più alto rilievo collinare, a metri 507 di altitudine s. l. m.), che era situato presso il confine feudale con il territorio roddinese, allora incluso nel Marchesato di Saluzzo (divenuto sabaudo dal 1601).

Qui al Bricco del Gallo, risalendo dalla località Gavugna, transitava la medievale strada di collegamento tra i carretteschi feudi di Sinio e di Monforte.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *