Monferrato

Percorso turistico Come una barca nelle vigne

a

come-una-barca-nelle-vigne

Il tragitto ad anello di 11 chilometri che si snoda tra le incantevoli colline e i vigneti di Castelletto Molina (AT) è capace di offrire un’esperienza unica, sia a piedi che in bicicletta.

Come una barca nelle vigne (questo il suo nome) è un percorso turistico, suddiviso in 8 tappe, ciascuna rappresentata da un barca di colore diverso, che permette di ammirare da una prospettiva differente il paesaggio dell’Alto Monferrato, facendo scoprire al turista non solo nuovi luoghi, ma anche la cultura enogastronomica locale.

L’origine del progetto: un viaggio tra storia, cultura e natura

Questo itinerario nuovo è nato dall’esigenza di offrire un ulteriore motivo per visitare il circondario di Castelletto Molina.

La Giunta, il Consiglio Comunale, l’Associazione Turistica e numerosi volontari e privati hanno abbracciato con grande entusiasmo e dedizione l’iniziativa fin dall’inizio, per regalare ai visitatori un’esperienza memorabile.

Ma perché le barche?

Per almeno quattro motivazioni!

Retaggio storico

Anzitutto per un retaggio storico: milioni di anni fa, questa zona era sommersa dal mare. Oggi, tra le vigne, è ancora possibile trovare fossili marini, tracce preziose di un passato antico.

Tradizione locale

Il detto piemontese c’me na borca ant’el bosch, descrive qualcuno che si sente fuori posto nonostante stia bene. Trasformandolo in “come una barca nelle vigne”, viene legato il progetto alla cultura e al linguaggio del territorio.

Onirico

Nei giorni di nebbia, i punti panoramici offrono scorci magici e suggestivi, dando al turista l’impressione di trovarsi di fronte a un mare di colline.

Terminologia comune

Le colline di Castelletto Molina sono spesso descritte come “mari verdi” o “mari di vigne“, evocando l’immagine poetica di un oceano di verde rigoglioso.

Le tappe: un itinerario attrezzato e interattivo

Si parte dal centro del paese di Castelletto con il piccolo vascello color legno, non poco lontano dal Castello dei Conti Veggi, per poi proseguire tappa dopo tappa, fino alla numero 8, in zona Bracco, circondata da vigneti di uva moscato.

Ogni imbarcazione è stata adottata da una cantina locale e ogni sosta prevede aree picnic dotate di tavoli, cestini per i rifiuti, illuminazione solare e bacheche informative con QR Code.

Scansionando il codice con lo smartphone, i visitatori possono accedere a informazioni dettagliate su ogni tappa, ottenere un timbro virtuale sulla mappa del percorso e un calice di vino in omaggio da degustare presso la cantina interessata, previa prenotazione.

Al completamento di tutte le tappe, inoltre, i visitatori avranno l’opportunità di partecipare all’estrazione di premi durante la festa annuale Castellettum Divinum!

Grazie alla mappa presente sul sito è possibile vedere in anticipo le tappe, scoprire il colore delle barche, quali sono le cantine che le hanno adottate, i vitigni coltivati e imparare a riconoscere il panorama che si staglia di fronte a sé.

Lungo il tragitto invece, le frecce posizionate strategicamente, mostrano le strada da seguire per non perdersi.

Prima di “imbarcarsi”

Essendo un percorso articolato, che si snoda sia su strada asfaltata che nel bel mezzo delle vigne, è opportuno premunirsi di una tenuta da trekking adatta alle circostanze.

E’ consigliabile portare con sé alcune bevande e il pranzo al sacco, da gustare in una delle aree picnic posizionate a fianco di ciascuna barca.

In questo modo è possibile godersi a pieno ogni tratto, sia in piano che in salita, a piedi o, per i più determinati, in mountain bike.

Percorso turistico Come una barca nelle vigne

Via Giuseppe Mazzini, 14040, Castelletto Molina, AT, Italia
Scopri ↝

Stai organizzando una vacanza nelle Langhe?

Fatti aiutare a organizzare il viaggio dei tuoi sogni e vivi la tua vacanza da vero insider

Chiedici un consiglio!

Servizio
Gratuito