San Fiorenzo - Navata

Cappella San Fiorenzo

San Fiorenzo - Navata

San Fiorenzo – Navata

La cappella di San Fiorenzo sorge a Bastia Mondovì, lungo l’antica Via del Sale ed era luogo di accoglienza e preghiera per i viaggiatori dell’epoca.

La struttura è stata costruita a partire dal XII secolo e ampliata nel XV secolo, stessa epoca in cui sono stati dipinti gli affreschi.

Gli autori di questo ciclo affrescato di 346 m2 non hanno lasciato una firma della loro opera, ma possono essere ricondotti a Jacquerio e alle scuole del Mazzucco e di Giovanni Canavesio, che hanno dipinto gran parte delle cappelle rurali del Nord Ovest.

Lungo la navata e nel presbiterio sono raffigurate come su un palcoscenico le vite di alcuni santi, tra cui quella di San Fiorenzo, martire della legione Tebea, e la vita di Gesù. Ma la parte più suggestiva e apprezzata è la raffigurazione del Paradiso e dell’Inferno.

Il primo è rappresentato come un luogo sereno e ordinato, il cui cammino per raggiungerlo sono le Sette Opere di misericordia, raffigurate fuori dalle mura della Gerusalemme Celeste. Speculari rispetto alle Sette Opere di Misericordia ci sono i Sette Vizi Capitali che conducono direttamente alla bocca di Lucifero e all’inferno, popolato da demoni seviziatori che infliggono le peggiori pene alle anime dannate e, non di meno, impressionano gli ignari visitatori.

Un gruppo di appassionati volontari fa sì che la cappella sia aperta al pubblico e offre visite gratuite agli affreschi.

La chiesa è aperta al pubblico per visite gratuite ogni domenica da aprile ad ottobre dalle ore 15:00 alle 19:00, previo appuntamento ai seguenti recapiti: 338 4395585 Sig. Aldo – +39 0174 60233 Sig. Lino.

In alternativa è possibile abbinare la visita guidata alla Cappella in contemporanea alla visita della Cantina Bricco del Cucù che si trova a pochi passi.

—–> Prenota ora.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *