Venaria Reale — Reggia di Venaria Reale

Castelli Aperti: Reggia di Venaria

La Venaria Reale si colloca al centro del circuito delle Residenze Reali del Piemonte ed è connessa con il sistema museale concentrico di Torino

da domenica

16 Ottobre 2016

alle 09:00

a domenica

16 Ottobre 2016

alle 18:30

Venaria Reale - eventi

Il Castello di Mango, Enoteca Regionale Colline del Moscato,  sarà aperto al pubblico per l’intera giornata.

La storia

Restituita alla magnificenza barocca cui fu ispirata alla metà del Seicento dal duca Carlo Emanuele II di Savoia, la Reggia di Venaria è tornata simbolo di modernità e cultura.

L’edificio monumentale, di 80.000 metri quadrati di superficie, vanta alcune delle più alte espressioni del barocco europeo: l’incantevole scenario del Salone di Diana progettato da Amedeo di Castellamonte, la solennità della Galleria Grande e della Cappella di Sant’Uberto con l’immenso complesso delle Scuderie Juvarriane, opere settecentesche di Filippo Juvarra, le fastose decorazioni unitamente a Ripopolare la Reggia, il suggestivo allestimento sulla vita di corte di Peter Greenaway, rappresentano la cornice ideale del Teatro di Storia e Magnificenza, il percorso espositivo dedicato ai Savoia che accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile della Reggia.

Vista dall’alto la Reggia con i suoi Giardini disegna intorno a sé uno spazio di 950.000 metri quadrati di architetture e parchi indivisi e costituisce il perno dal quale si articolano il grande complesso delle Scuderie Juvarriane, il Centro Conservazione e Restauro, il Centro Storico cittadino, il Borgo Castello e la Cascina Rubbianetta (oggi sede del prestigioso Centro Internazionale del Cavallo) in un orizzonte di boschi e castelli che si perde a sua volta negli oltre 6.000 ettari di verde del vicino Parco La Mandria.

I Giardini si presentano oggi come uno stretto connubio tra antico e moderno, un dialogo virtuoso tra insediamenti archeologici e opere contemporanee, il tutto incorniciato in una visione all’infinito: con le grotte seicentesche, i resti della Fontana dell’Ercole e del Tempio di Diana, la rinata Peschiera, il Gran Parterre, le Allee, il Giardino a Fiori e delle Rose, il Potager Royal.

La Venaria Reale, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, si colloca al centro del circuito delle Residenze Reali del Piemonte ed è connessa con il sistema museale concentrico di Torino.

Organizzato da

Castelli Aperti - Regione Piemonte

Inizia

16 Ottobre 2016

alle 09:00

Finisce

16 Ottobre 2016

alle 18:30

Come partecipare

La Venaria Reale "Tutto in una Reggia": intero € 25 (comprende la visita alla Reggia, Giardini e Mostre in corso; 10% sconto a caffetterie, ristoranti, punti ristoro e bookshop. Ridotto sul noleggio dell’Audiopen e sulle visite guidate a orario fisso. Biglietto ridotto sul trenino dei giardini, Gondola sulla Peschiera e Carrozza a cavallo). Proposta famiglia € 1 per i ragazzi (fino a un massimo di 4) dai 6 ai 15 anni.

Pacchetto "La Regia Scuderia": intero € 20 (comprende la visita alla Reggia, ai Giardini e alla mostra La Regia Scuderia), ridotto € 18 (gruppi min. 12 pp, over 65), ridotto € 12 over 6 e under 21 (universitari under 26), tariffa gruppi € 18.

Reggia e Giardini: intero € 16 (il biglietto comprende: visita alla Reggia e Giardini), ridotto € 14 (gruppi di min. 12 persone, maggiori di 65 anni, quanti previsti da Gratuiti e Ridotti), ridotto € 10 over 6 under 21 (ragazzi dai 6 ai 20 anni).

Giardini: intero € 5, ridotto (consultare il sito) € 4, ridotto over 6 under 21 (ragazzi dai 6 ai 20 anni) € 2, tariffa gruppi € 4. Abbonamento Giardini € 15 (valido per gli ingressi feriali ai Giardini, consente inoltre il ridotto per gli ingressi festivi ai Giardini, il 10% di sconto presso il punto ristoro del patio dei Giardini).

Indirizzo: Piazza della Repubblica, 4 10078 Venaria Reale TO

Castelli Aperti - Regione Piemonte

Castelli Aperti è una rassegna che prevede l’apertura da aprile ad ottobre di una sessantina tra beni storici, artistici e architettonici diffusi sul territorio piemontese. Il grande valore di Castelli Aperti sta nel comprendere all’interno della rassegna strutture generalmente di proprietà privata dando la possibilità al visitatore di scoprire dimore storiche solitamente di difficile accesso al pubblico.