Polenta di meliga

Polenta di meliga

Nel classico paiolo di rame, oppure in un’altra pentola, portate a bollore l’acqua e quindi salatela. Versate a pioggia, molto lentamente, la farina di granoturco ben setacciata, rimestando continuamente con un bastone di legno.

Lepre al Civet

Lepre al civet

La lepre deve essere stata frollata opportunamente prima di farla in civet. Tagliatela quindi a pezzi e mettetela in una capace terrina per la marinata; aggiungete allora il vino rosso Nebbiolo fino a coprirla e verdure a pezzi.

Fonduta con Tartufo

Fonduta con tartufi

Ritagliate la fontina a dadini e ponetela in un recipiente più alto che largo coprendola di latte. Lasciate stare così per qualche ora.
Mettete in una casseruola 100 grammi di burro e per ogni 100 grammi di fontina un tuorlo d’uovo.

Carne cruda all'albese

Carne cruda all’albese

Ingredienti mezzo chilo di coscia di vitello 6 spicchi d’aglio il succo di due limoni olio d’oliva sale pepe macinato al momento un tartufo bianco d’Alba Procedura Prendete il pezzo di coscia e liberatelo di ogni pellicina; fatelo quindi a tocchi e poi con un coltello molto affilato e robusto tritatelo finemente sul tagliere. Oppure […]

Fonduta con tartufo bianco d’Alba

Tagliate la fontina d’Aosta e il fontal a dadini, disponeteli in una terrina e copriteli di latte. Lasciateli riposare per sei ore a temperatura ambiente. Travasate il composto di formaggi e latte in una casseruola alta e stretta e ponetela sul bagnomaria caldo: aiutatevi col frustino a sciogliere le fontine.

Pere al vino

Pere al vino

Le pere al vino rosso sono un dolce caldo e speziato ottimo come dessert di fine pasto nella stagione invernale. Si tratta di un dolce poco calorico che può essere preparato semplice oppure aromatizzato per esempio alla cannella.

Cinghiale al Barolo

La carne di cinghiale è molto utilizzata nel nostro Paese e viene preparato in tanti modi perchè le sue carni si prestano ad essere preparate in modo differente a seconda delle regioni. In questa guida ti indico come prepararlo con il Barolo, ricetta tipicamente piemontese.

Bagna caoda

Bagna caoda

Per tradizione è un piatto tipico del periodo della vendemmia, quindi da consumare prevalentemente in autunno ed in inverno: una delle leggende sulla sua nascita vuole proprio che venisse preparato per ricompensare i vendemmiatori del lavoro prestato.

Ricetta delle Langhe: Ceci e Costine

Minestrone di ceci e costine di maiale

La sera prima mettete i ceci a bagno in acqua tiepida, in cui scioglierete due cucchiai di bicarbonato. Al mattino successivo fateli bollire nella stessa acqua finché siano quasi cotti, colateli bene in un colabrodo, quindi gettateli in un’altra pentola contenente acqua bollente salata.

Pernice in salmì

Pernice in salmì

Arrostire in una casseruola di rame le pernici con olio, burro, sale e pepe. Aggiungere il cuore e il fegato della pernice, un’acciuga e un mazzetto di odori, cipolla e aglio. Far rosolare bene tutto bagnando ogni tanto con un po’ di vino Marsala e un po’ di brodo alternati.

Brasato al Barolo

Brasato al Barolo

Il brasato al barolo è uno dei piatti tipici della cucina tradizionale piemonte: laborioso nella preparazione, ma in grado di rivelarsi una piacevole sorpresa per il palato dei commensali specie se accostato all’omonimo vino.

Bagna caoda

Bagna Cauda

Forse, il piatto della nostra cucina che lascia più interdetto chi vi si accosta per la prima volta e gli resta poi entusiasticamente fedele per sempre. Cardo e peperoni e null’altro; la bagna cauda, semplice e fragrante, non accetta altri connubi, fantasie.

Tegamino di uova e tartufo bianco d’Alba

Tegamino di uova e tartufo bianco d’Alba

Sfregate lo spicchio d’aglio sul fondo del tegamino (un coccio va meglio), ponetelo sul fuoco a fiamma bassa con una nocciola di burro; appena il burro è fuso, spaccate l’uovo intero e deponetelo nel tegamino, pepate e salate pochissimo.

Tajarin

Tajarin al sugo di fegatini

I tajarin sono un primo piatto tipicamente piemontese. Dopo aver preparato l’impasto con farina 00 e uova ed averlo fatto riposare, si tira la pasta, la si arrotola e si taglia a mano, ottenendo così i tradizionali tajarin piemontesi

Torta di nocciole

Ingredienti un cucchiaio di lievito tre uova burro gr 100 farina di grano gr 200 nocciole della Langa gr 150 zucchero gr 200 un cucchiaio di olio una tazzina di latte Cosa serve una insalatiera una forma da torte un cucchiaio Procedura Prendete un cucchiaio di lievito, aggiungete tre uova, un etto di burro, due […]