Pasqua e Pasquetta 2015 nelle Langhe: gli eventi da non perdere

Pasqua Pasquetta 2015

E’ sicuramente divertente celebrare il giorno di Pasqua in compagnia e lo è ancora di più il lunedì dell’Angelo, quando, in occasione di Pasquetta, si prepara il calssico pic nic o ci si ritrova insieme a tavola.

Tutto fa pensare alla bella stagione alle porte, alla voglia di ritirare sciarpe e berretti e di godere del sole e delle giornate che regalano sempre più ore di luce.

Sicuramente Pasqua e Pasquetta sono due giorni di festa consecutivi da cogliere per organizzare una gita fuori porta.

La settimana dedicata ai piccoli

Abbiamo selezionato una serie di appuntamenti un po’ per tutti i gusti, per i grandi, ma anche per i più piccoli cui dedichiamo la settimana antecedente le festività.

La Libreria L’Incontro di Alba,organizza  mercoledì 25 Marzo, un laboratorio creativo in cui i bambini potranno realizzare i loro personali biglietti di auguri di Pasqua sotto la guida di esperte animatrici.

In data 28 marzo, sempre la Libreria L’Incontro animerà un laboratorio rivolto alle famiglie ed ai bambini alla scoperta delle opere pittoriche che parlano della Passione e Resurrezione di Gesù, con un’attenzione particolare a quelle presenti sul nostro territorio.

I partecipanti si cimenteranno in una caccia al particolare per inserire elementi mancanti all’interno dei dipinti.
Al termine del laboratorio seguirà la visita guidata al Museo Diocesano.

Cantine Aperte

I giorni festivi posso essere un’occasione per scoprire alcune Cantine di Langa che con l’Iniziativa “Cantine Aperte” ricevono enoturisti per visite e degustazioni guidate.

Dal 4 al 6 Aprile vi consigliamo la visita presso alcune Aziende di Bastia Mondovì, Dogliani, Monforte, Barbaresco, Barolo.

Degustazione presso cantina Borgogno di Barolo

Degustazione presso cantina Borgogno di Barolo

Dove mangiare a Pasqua e Pasquetta

Il Ristorante Dei Bersaglieri a Lequio Berria propone menù interessanti dove l’agnello la fa ovviamente da padrone, sia per il giorno di Pasqua che di Pasquetta, così come Il Vigneto di Roddi.

Sbirciando il menù,  l’arrosto alla nocciola, il carrè di agnello in crosta di nocciole e l’insalata  di anatra e peperoni al forno con riduzione d’asy di Langa hanno attirato subito la nostra attenzione.

E’ altrettanto interessante la scelta del Ristorante Perlage di Piozzo che accanto al menù tradizionale affianca una scelta di piatti della cucina  vegana.

Pasquetta con il FAI

Navata della Cappella di San Fiorenzo

Navata della Cappella di San Fiorenzo

Il 6 Aprile si terrà una gita a Bastia Mondovì e Vicoforte in occasione delle Giornate FAI di Primavera.

E’ prevista la visita guidata alla Chiesa di San Fiorenzo, autentico gioiello dell’arte gotica con i suoi pregevoli affreschi del Quattrocento ed al Santuario Regina Montis Regalis, chiesa monumentale, tra le più importanti del Piemonte, con la cupola ellittica più grande del mondo, mèta di pellegrinaggio per la venerata immagine della Madonna con Bambino.

La serata si concluderà con a cena presso il ristorante La tavola del Chiostro, situtato nell’Antico Monastero.

2 commenti
  1. Bianchi Gian Paolo
    Bianchi Gian Paolo dice:

    Buon giorno
    approfitto della sua disponibilità’ per segnalarle il mio caso.
    Sono Genovese e abito a Genova ma sono molto legato a Bubbio (prov Asti) ove ho anche una casa e ove ho passato
    il periodo di bambino durante la seconda guerra Mondiale. In quel periodo ho imparato a giocare a pallapugno e ho proseguito a
    giocare a detto sport sino all’eta del lavoro. Quindici anni fa i giovani di Bubbio mi hanno coinvolto nel far giocare la pallapugno
    a Bubbio. Sono entrato nel giro molto volentieri. Abbiamo fatto due anni di C2, un anno di C1 e son ormai 11 anni che facciamo la B.
    Noi giochiamo nella Piazza del Pallone di Bubbio che ha più’ di 200 anni. Il nostro sogno e’ fare il campionato serie ‘A’ a
    Bubbio ma abbiamo l’ostracismo della Federazione che dice invece che se vogliamo fare la ‘A’ (a parte che dobbiamo guadagnarcela)
    dobbiamo costruire uno sferisterio.In Piemonte e Liguria e’ pieno di sferisteri inattivi (sia perché’ manca la voglia di cimentarsi
    sia perche mancano i finanziamenti) Noi a Bubbio abbiamo ambedue e abbiamo la ”PIAZZA DEL PALLONE” così costruita e
    denominata dai nostri trisavoli che erano contadini di scarsa istruzione.Noi che siamo dei progressisti postmoderni ne abbiamo fatto
    dei parcheggi.
    Tutto fa. Se lei mi aiuta nella mia lotta in Federazione Pallapugno che in Mondovi ha ottime referenze saremmo già in due.

    La saluto cordialmente
    Bianchi Gian Paolo

    Rispondi
    • Corrado Morando
      Corrado Morando dice:

      Buongiorno Gian Paolo,

      ti ringrazio per aver usato questo spazio per la tua testimonianza diretta sulla pallapugno… Appoggiamo in pieno la tua causa, se può interessarti scrivimi a c.morando@langhe.net così facciamo due parole in merito alla pallapugno… buona giornata e buona pasqua!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *