Bassa Langa

Museo degli ex-voto e della devozione popolare

a Dogliani

A Dogliani c’è un museo particolarmente interessante, perché ospita una tipologia di opere d’arte popolare la cui tradizione è ormai andata perduta, e che in pochi conoscono: gli Ex Voto.

Queste opere infatti si trovano spesso raccolte in chiese e santuari, dove si sono accumulate nel corso dei secoli, ma è piuttosto raro trovarle raccolte in un museo interamente a loro dedicato.

Cosa sono gli Ex Voto?

Gli Ex Voto sono dei disegni su tavolette di legno, e possiamo definirli come dei doni fatti ad una divinità -solitamente la Madonna- per una grazia ricevuta.

I disegni ritraggono l’accadimento stesso per cui si ringrazia l’intercessione della divinità, ed erano a volte disegnati dagli stessi protagonisti, oppure commissionati a pittori locali.

Gli Interni

Quattro secoli di devozione in un unico luogo

Il museo è nato grazie al lavoro svolto negli negli anni dall’associazione “Amici del Museo” che, partendo da due esposizioni temporanee, dal 201o ha poi curato l’allestimento permanente.

Ci si è resi conto di avere per le mani un materiale importante sia per la quantità, sono circa 300 gli ex voto censiti, che per la qualità.

Le opere più antiche risalgono al XVII secolo, e provengono dal santuario di San Quirico, mentre le più recenti sono della metà del ‘900.

Uno spaccato della vita di Langa

L’interesse che suscitano queste opere non è necessariamente dovuto dal loro carattere religioso, quanto dalla loro capacità di illustrare uno spaccato della società dei secoli passati.

Una società vista e raccontata per una volta con gli occhi e i tratti del popolo e non con quelli della nobiltà o della borghesia più abbiente.

Passando in rassegna questi dipinti infatti possiamo trovare quelli che all’epoca erano gli incidenti più diffusi in una società agricola, dove spesso si rischiava la vita lavorando in campagna.

Sono frequenti gli ex voto per cadute da piante, per un bambino travolto da un carro, o per una caduta da un ponte. Numerosissimi anche quelli legati alle guarigioni da malattie che una volta erano molto più mortali di oggi.

Non mancano infine quelli legati alla guerra, soprattutto la prima guerra mondiale, durante la quale sopravvivere ad un bombardamento o ad un assalto frontale alle trincee nemiche era considerata una grazia divina.

N° di stanze

1

N° di piani

1

Parco

Stile

Durata della visita

Prezzo del biglietto

Ingresso libero

Audioguide

Non disponibile

Visite guidate

Opzionale

Info e contatti

Il museo si trova in via Savona, in un locale dietro l'abside della chiesa parrocchiale dei Santi Quirico e Paolo.

Sono particolarmente interessanti e preziose  le decine di tavolette Iignee più antiche, provenienti dal Santuario di San Quirico,

Costituiscono un unicum nel panorama delle raccolte di ex voto presenti nei Santuari della provincia, non tutti esposti, ma che vi trovano posto a rotazione o in mostre tematiche.

Il museo è visitabile gratuitamente su prenotazione

Ufficio turistico: +39 0173 742573
 Comune Dogliani: +39 0173 70107
Biblioteca Civica +39 0173 70210

Museo degli ex-voto e della devozione popolare

Museo degli ex voto e della devozione popolare, Via Savona, Dogliani, CN, Italia
Direzioni ↝

Torre Campanaria di La Morra

Torre Campanaria, La Morra, CN, Italia
Scopri ↝

Il mercato del martedì e del sabato a Dogliani

Via Louis Chabat, 15, 12063 Dogliani CN, Italia
Scopri ↝

La chiesa di Santa Maria del Piano

Santo Stefano Roero, Province of Cuneo, Italy
Scopri ↝

Stai organizzando una vacanza nelle Langhe?

Fatti aiutare a organizzare il viaggio dei tuoi sogni e vivi la tua vacanza da vero insider

Chiedici un consiglio!

Servizio
Gratuito