Residenza castellana dei marchesi Del Carretto

Residenza castellana dei marchesi Del Carretto – secoli XV, XIX

Il “castello” di Sinio, ovvero la casaforte quattrocentesca, sorge all’apice del borgo antico (situato a metri 357 di altitudine s. l. m.) che era cinto da mura ed era denominato la villa.

L’imponente costruzione venne fatta erigere, in parziale sostituzione del maniero medievale (citato primamente in un incerto documento del 1142 e vanamente assediato nel 1228).

È stata edificata su commissione dei marchesi Del Carretto nella seconda metà del Quattrocento, realizzando così un munito palazzo in stile tardo-gotico.

A questa residenza castellana faceva da elemento svettante il preesistente torrione a base quadrangolare (il mastio medievale eretto nel cortile), purtroppo abbattuto agli inizi del Novecento, dopo la vendita del complesso a privati da parte del conte Carlo Vassallo di Castiglione Falletto per destinarlo ad abitazioni ed impiego rurale.

La facciata ad ovest verso piazza Marconi (già piazza Castello, donata alla Municipalità nel 1897 dal conte Carlo Vassallo di Castiglione Falletto) è contraddistinta da pregevoli finestre bifore, dal grande arco ogivale d’ingresso con stemma del casato Del Carretto, da una decorativa cornice marcapiano in laterizio, da aperture monofore e da un affresco tardo-gotico del XV secolo a soggetto religioso, d’autore non noto.

Nel muro in pietra locale, verso la piazza principale, è infissa una scultura del celebre artista Umberto Mastroianni (Omaggio alla Resistenza), donata a Sinio dallo stesso artefice nel 1975.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *