Piazza Maggiore Mondovi

Piazza Maggiore

Mondovì –  A Piazza (m 550) tutte le strade convergono verso la piazza Maggiore, asimmetrico, originalissimo invaso tipicamente gotico, circondato da portici. Vi si affacciano la rossa mole merlata della casa dei Bressano (secolo XIII), i palazzi del governatore, della sottoprefettura, del comune (ora sede della biblioteca civica) e altri edifici poggianti su archi a sesto acuto.

Sul lato sud è l’inserto barocco clamoroso, ma non disarmonico, della chiesa e del collegio dei gesuiti. La prima, dedicata a San Francesco Saverio e detta anche “della Missione”, fu iniziata nel 1655 su disegno di Giovenale Boetto e completata nel 1733.

L’interno è una grande aula barocca, movimentata da rosse colonne, cornici e coretti lignei, e dilatata dagli affreschi (1675-77) del pittore trentino Andrea Pozzo che qui diede prova della sua eccezionale bravura di prospettico esplosa poi a Roma e a Vienna.

Si celebra la gloria di San Francesco Saverio in un ritmo vorticoso di scenografiche rappresentazioni che innalzano all’infinito la volta della chiesa. Del Pozzo sono anche la balaustra esterna e la “macchina d’altare” in legno e tela.

Di fianco alla chiesa, è il collegio dei Gesuiti, dalla facciata in cotto mossa ed elegante.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *