Treiso e il suo campanile

La parrocchiale di Treiso

Treiso

Treiso

Treiso e il suo campanile

Treiso e il suo campanile

Treiso – Esisteva un tempo solo una piccola chiesa dedicata a San Lorenzo, ma nel 1755 ne venne progettata una nuova, grande come quelle delle città più importanti. Il fatto sembra tuttora strano se si considera che la chiesa sorse fuori di un contesto urbano, che costò cifre ingenti per l’epoca ed ancor più che venne realizzata con grande fatica di tutta la popolazione poiché il materiale per la costruzione non era reperibile in loco.

La chiesa, in stile barocco classicheggiante, venne terminata nel 1756 ed abbellita nel presbiterio da un imponente gruppo statuario raffigurante la Vergine Assunta. Ornano gli altari minori di destra e di sinistra due quadri, l’uno raffigurante S. Luigi Gonzaga e S. Caterina, opera di Gagliardi (1703), l’altro la Beata Vergine del Rosario con S. Bovo e S. Isidoro, opera di Operti (1766). Successivamente e molto più tardi (1898) le pareti vennero istoriate ad opera dei fratelli Toscano con grandi affreschi sulla vita di Maria.

Nel 1767 venne completata la costruzione del campanile, che conferì eleganza e possenza al complesso che doveva stupire per dimensioni e bellezza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *