Museo Archeologico e di Scienze Naturali Federico Eusebio

Rinnovato e riaperto al pubblico nell’autunno del 2001, il Museo Archeologico e di Scienze Naturali fondato ad Alba nel 1897 da Federico Eusebio, nacque esclusivamente come raccolta storico-archeologica.

Alba - Museo Federico Eusebio

Alba – Museo Federico Eusebio

Dal 1976, con il trasferimento nella sua sede attuale all’interno di un’ala presso la Chiesa della della Maddalena, nella centralissima via Vittorio Emanuele, si aggiunsero alla collezione originale, le sezioni relative alla storia naturale del territorio.

Le collezioni, accresciute nel corso degli anni, divennero da subito punto di riferimento e interesse per gli studiosi e appassionati di storia e archeologia dell’albese.

L’aggiunta dei reperti provenienti dagli scavi degli ultimi trent’anni hanno permesso di approfondire le conoscenze sulla preistoria e sulla civiltà romana.

Il Museo permette quindi i visitatori i compiere un viaggio a partire dal neolitico, presentando tre sezioni permanenti di archeologia preistorica e romana, la sezione di  scienze naturali e quella di antropologia fisica.

E’ inoltre possibile accedere al percorso archeologico cittadino con 20 tappe di superficie e sotterranee, ai percorsi naturalistici attrezzati lungo le rive del fiume Tanaro e sulle colline di Langhe ed agli allestimenti temporanei.

Il museo offre quindi con le sue 21 sale, una panoramica completa del territorio nel suo mutare dal punto di vista storico e naturalistico: un territorio unico e un paesaggio caratterizzato dai disegni di dolci colline coltivate a vigneti che hanno permesso alle Langhe, unitamente a Roero e Monferrato di entrare nel 2014 nella World Heritage List 

Federico Eusebio, il fondatore

Federico Eusebio (1852-1913) fu uno storico e archeologo originario di Magliano Alfieri che nella seconda metà dell’ottocento si impegnò a valorizzare il patrimonio storico e culturale di Alba.

Laureato in lettere con una tesi sulla satira latina, fu prima docente a Torino ed in seguito a Genova dove, nel 1884 ottenne la cattedra in Archeologia.

Su commissione del Municipio albese allestì e gestì a partire dal 1897 il Museo Acheologico di Alba. Le sue spoglie riposano a Magliano, dove le scuole elementari sono a lui intitolate.

Informazioni

Indirizzo: Via Vittorio Emanuele, 19 – Alba (CN) – entrata da Via Maestra, Cortile della Maddalena

Telefono: +0173 292464

Emailinfomuseo@comune.alba.cn.it

Orari: dal martedì al venerdì: 15-18 / sabato: 15-19 / domenica e festivi 10-13/14-19.

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *