Dogliani

La Biblioteca Civica Luigi Einaudi a Dogliani

Dogliani

Dogliani

La Biblioteca Civica Luigi Einaudi a Dogliani

La Biblioteca Civica Luigi Einaudi a Dogliani

Nata nel 1963 come donazione di Giulio Einaudi per ricordare il padre Luigi, insigne economista e primo presidente della Repubblica Italiana, la Biblioteca Luigi Einaudi di Dogliani fu creata allo scopo di reinventare, per l’Italia, l’organismo della biblioteca popolare moderna, aperta al pubblico nella sua configurazione come nell’organizzazione.

Il progetto, firmato dall’architetto Bruno Zevi, ha perseguito criteri di funzionalità e semplicità: si tratta di un unico spazio articolato in settori suddivisi da scaffalature mobili centrali le quali, scorrendo su guide poste sul soffitto, permettono di ottenere un auditorium con circa 80 posti a sedere.

Il patrimonio librario iniziale, circa 5.000 volumi scelti dai più autorevoli esperti di ogni settore, è stato via via incrementato ed oggi la dotazione è di circa 9.000 volumi.

Informatizzata dal 1995, la Biblioteca offre ai suoi utenti non solo la possibilità di accedere gratuitamente al prestito con metodi semplici e veloci, ma anche vari servizi quali un terminale collegato con Internet che permette la consultazione delle banche dati e degli OPAC (Online Public Access Catalog) presenti in rete.

La Biblioteca è un centro culturale estremamente vivace ed ospita nel corso dell’anno personaggi e appuntamenti di grande prestigio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *