Monastero di Castino

Il monastero di Castino

Monastero di Castino

Monastero di Castino

Castino

Castino

Nella sua storia di monasteri, Castino può vantarne tre. Quello dedicato a Santa Maria delle Grazie è posto sulla collina di fronte, a mezza costa, tra il verde dei boschi su uno dei tanti tracciati che portavano verso Alba.

Quello di San Martino si trova al centro di fertili piani nei pressi del paese e infine quello posto di fronte alla chiesa parrocchiale, detto semplicemente “il Monastero”, costruito nella prima metà del 1600. Le badesse di questo convento furono spesso donne della famiglia Del Carretto.

Si narra che

Le monache di Castino possedevano più di trecento giornate di terreno, divise fra le cascine dette ora Case nuove, Fontane, Scavini, Gironi, Pozzo, Valle presso S. Rocco, Roviglione in valle Belbo…

Dimostrano la ricchezza del convento le strutture che ancora oggi sono visibili (restaurate solo in parte).

A due piani, con un ampio, elegante loggiato, creano una scenografia appartata ma grandiosa, in contrasto con la più rustica presenza delle modeste case circostanti.

Le monache benedettine abbandonarono il convento il 22 settembre 1802, a causa delle leggi napoleoniche sulla soppressione degli ordini religiosi. Oggi il complesso è adibito ad abitazione privata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *