Vellutata di porri

Vellutata di Porri

Vellutata di porri

Vellutata di porri

Ingredienti

  • 500 gr di patate
  • 320 gr di porri
  • 4 bicchieri di brodo vegetale
  • olio evo
  • sale
  • pepe
  • salvia
  • parmigiano grattugiato
  • formaggio cremoso spalmabile
  • crostini

Procedura

Inziate togliendo al porro le parti verdi, poi lavatelo e tagliatelo a dischetti sottili.
In seguito, soffriggete i porri in una pentola a fiamma bassa nell’olio, al fine di ammorbidirli.

Aggiungete quindi le patate tagliate a tocchetti e il brodo vegetale.
Proseguite la cottura per 20 minuti.

Aggiustate di sale, e aggiungete 3 o 4 foglie di salvia spezzettata (anche secca).

Togliete la pentola dal fuoco e, con il frullatore ad immersione, frullate fino ad ottenere una crema morbida e omogenea.

A questo punto, la vellutata è quasi pronta: versatela nelle fondine e aggiungete al centro del piatto un cucchiaio di formaggio spalmabile a vostra scelta, cosicchè il tepore delle verdure si fonda con la freschezza del formaggio.

Servite i piatti accompagnati da crostini croccanti, parmigiano grattugiato e pepe.

Un consiglio

Servite la vellutata di porri calda o tiepida, non bollente.

2 commenti
  1. Patrizia
    Patrizia dice:

    Complimenti! tecnicamente .. mi piace tutto del vostro sito, presentazione, descrizione e soprattutto semplicità nella comprensione seguo sempre le ricette che il sito propone, .. e qualcuna provata! buonissime. Saranno da provare anche i vini!! …prima o poi…
    Complimenti e Buone Feste!
    Patrizia

    Rispondi
    • Carola Arione
      Carola Arione dice:

      Grazie per i complimenti! Cerchiamo sempre di migliorare il nostro sito per renderlo interessante, ma veritiero e accessibile.
      Le ricette che vengono proposte hanno tra gli ingredienti i prodotti del territorio, rispettando la loro stagionalità, e sono di facile realizzazione. Provare per credere! Grazie ancora e Buone Feste!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *