Coniglio ai peperoni

Coniglio con peperoni

Coniglio ai peperoni

Coniglio ai peperoni

Ingredienti

  • un coniglio di kg 1,5
  • grasso di vitello gr 50
  • una foglia di lauro
  • uno “sbrocco” di rosmarino
  • sale
  • brodo
  • cinque peperoni
  • tre acciughe
  • tre spicchi d’aglio
  • burro
  • olio
  • aceto

Cosa serve

  • un coltellaccio
  • un tegame di rame
  • un forchettone
  • un tegame di terra

Procedura

Il coniglio, spellato e sventrato, si taglia in pezzi grossi e si mette a soffriggere con un po’ di grasso di vitello, un po’ di burro, una foglia di lauro, rosmarino e sale.

Quando è ben rosolato si sgrassa e si aggiunge di tanto in tanto del brodo.

Si preparano i peperoni a parte, ben puliti e tagliati a fette; si mettono in un tegame di terra con due o tre acciughe, due o tre spicchi di aglio tagliati a fettine sottili, burro e un po’ di olio.

Si lasciano cuocere rimestandoli sovente.

Quindi si prende mezza tazza di aceto e si versa sui peperoni. Si finisce la cottura e si versano sul coniglio venti minuti prima di servirlo.

Curiosità

E’ uno dei piatti più tipici, più diffusi ed anche uno dei più graditi della nostra cucina, come il pollo alla cacciatora.

E’ semplice da preparare e non crea complicazioni con le stagioni: i conigli in cascina ci sono sempre; i peperoni è facile trovarli maturi e splendidi in un periodo abbastanza lungo dell’anno.

I peperoni freschi si possono poi sostituire, quando sia il caso, con i peperoni conservati nelle vinacce e aceto, i pouvron smojà; il sapore complessivo non muta di molto e la freschezza del piatto può dirsi intatta.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *