Bonet della Nonna

Bonet della nonna

Bonet della Nonna

Bonet della Nonna

Ingredienti

  • 4 dl di latte
  • 4 uova
  • 8 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere
  • 50 g di amaretti
  • un bicchierino di rhum

Procedura

In una terrina sbattete le quattro uova intere e incorporatevi il latte, quattro cucchiai di zucchero, il cacao amaro in polvere, il rhum e gli amaretti sbriciolati, lavorate bene l’impasto.

Mettete in un pentolino gli altri quattro cucchiai di zucchero e scaldateli fino al color nocciola.

Spruzzate con poca acqua e fate girare il caramello nel pentolino fino a consistenza vitrea: versatelo in uno stampo da budino precedentemente riscaldato e fatelo aderire sul fondo e sulle pareti.

Poco dopo, quando cioè il caramello è ormai indurito, versatevi sopra il composto del bonèt e fate cuocere a bagnomaria in forno a 180 gradi.

Controllate, dopo mezz’ora circa, il punto di cottura con la lama di un coltello: deve fuoriuscire asciutta quando il budino è cotto.

Bagnomaria

Riempite un recipiente d’acqua e ponetevi dentro lo stampo del budino in modo che il livello dell’acqua arrivi a due dita dal bordo dello stampo stesso.

A cottura ultimata, togliete dal bagnomaria e fate raffreddare. Servitelo a fette.

13 commenti
  1. laura
    laura dice:

    Io, per non farmi mancare niente, aggiungo anche una manciata di nocciole gentili del Piemonte, tostate e pelate. Gusto gianduia: provare per credere!

    Rispondi
  2. Mariateresa
    Mariateresa dice:

    Io lo faccio :con sei uova , sei cucchiai di zucchero, mezzo litro di latte, cacao in polvere q.b. E o il caffè ☕ o un liquore rum, fernet lo faceva la mia nonna e lo faceva la mia mamma ed è la ricetta da secoli della alta lunga, levice, da dove arrivano le mie radici

    Rispondi
    • Federico Carpino
      Federico Carpino dice:

      Ciao Maria Teresa, come dici tu, esistono delle varianti che però non modificano la ricetta base di questo squisito dolce. Grazie per il tuo commento!

      Rispondi
    • Corrado Morando
      Corrado Morando dice:

      Buongiorno Anna. Una volta portato il forno in temperatura, potrà infornare la teglia con l’acqua per il bagnomaria. E’ meglio utilizzare acqua non fredda ma tiepido/calda in modo che sia minore il tempo per portarla ad ebollizione una volta inserita in forno.
      Buon bonet!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *