Frittata di cipolle

Frittata di cipolle

Si prendono quattro cipolle, si tagliano a fette, si fanno dorare in padella con olio. Si frullano sei uova, si salano, si aggiunge la cipolla dorata ed una maciata di parmigiano grattugiato e si versa il tutto nella padella in cui si era messo poco olio a friggere.

Cipolle ripiene

Cipolle ripiene

i fanno lessare a metà cottura le cipolle; si tagliano orizzontalmente a metà e si svuotano dell’interno. A parte si prepara il ripieno formato da arrosto, salame cotto, interno delle cipolle preventivamente cotto, aglio, uova, prezzemolo, il tutto preventivamente tritato.

Il Pinzimonio

Bagnè ‘n tl’oli

Dagli orti della Vaccheria o da quello di casa vengono tutti gli altri ortaggi gustosi. Poi basta un olio robusto, come quello che percorreva le strade del sale sui basti dei muli. A ciascuno la sua scodella, poi via, a… “bagnè ‘nt l’òli”…

Tartrà salata

E’ un piatto della cucina povera piemontese a base di uova, cipolla, latte e aromi. Oggi viene riproposto in una chiave rivisitata più raffinata.

Cipolle ripiene

Cipolle ripiene

Pelate le cipolle e fatele lessare fino a tre quarti della cottura, insomma che siano ancora piuttosto croccanti.
Fatele raffreddare e tagliatele orizzontalmente un po’ più su della metà, dopodiché svuotatele con un cucchiaio.

Frittata di cipolle

Frittata di cipolle

Un tempo era la frittata degli avanzi degli arrosti e del bollito: la carne rimasta (qualche ritaglio un po’ grasso e un po’ bruttino, sgradevole) veniva insaporita con qualche fetta di salame cotto e la cena del lunedì era pronta.