Cherasco — Palazzo Salmatoris

Luci e ombre

La mostra cheraschese è caratterizzata sia dall’esposizione di scenografie teatrali sia da un’antologica del suo percorso artistico

da sabato

29 Giugno 2019

alle 11:00

a domenica

22 Settembre 2019

alle 19:00

La mostra cheraschese è caratterizzata sia dall’esposizione di scenografie teatrali sia da un’antologica del suo percorso artistico

Spiega la curatrice della mostra cheraschese, Cinzia Tesio:

Implica la scoperta di un’arte che prende vita. Al maestro interessal’opera non avvolta nella sua corteccia, ma la sua vita e la sua capacità diestendersi nello spazio e nel tempo

Carlo Guliano

Torinese di nascita, dal 1992 al 2005 direttore dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, titolare del corso di Scenotecnica, Illuminotecnica e Architettura presso l’Istituto di Scenografia dell’Accademia, già direttore tecnico e degli allestimenti scenici al Teatro Stabile di Torino, vanta un curriculum di tutto rispetto nel campo accademico

Altrettanto come pittore e incisore: ha esposto in numerose mostre e installazioni pubbliche in tutta Italia.

La sua attività principe resta la scenografia, nella quale ha esordito nel 1965 con lo spettacolo “Teatro 1”, lavorando poi con artisti del calibro di Luca Ronconi, Ugo Gregorietti, Moravia, Mario Missiroli, Susan Sontar e molti altri

Tra le principali mostre personali ci sono quella del 1963 presso la Promotrice di Asti, nel 1966 alla Galleria Ferrari di Verona, nel ’69 alla Galleria Triade e Galleria Martano di Torino, poi ancora a Torino alla “Cristian Stein”, solo per citarne alcune.

Organizzato da

Comune di Cherasco

Inizia

29 Giugno 2019

alle 11:00

Finisce

22 Settembre 2019

alle 19:00

Come partecipare

Evento gratuito

Lunedì e martedì: chiuso

Da mercoledì a venerdì
15:00 → 19:00

Sabato e domenica
9:30 → 12:30
15:00 →19:00

Indirizzo: Via Vittorio Emanuele II, 31, Cherasco, CN, Italia

Palazzo Salmatoris

Via Vittorio Emanuele II, 31, Cherasco, CN, Italia
Direzioni ↝

Comune di Cherasco

Graziosa cittadina posta sull'altopiano che domina la confluenza tra il fiume Tanaro e la Stura, è attivo centro agricolo e commerciale, sede di laboratori artigianali per la lavorazione del legno e di apprezzate botteghe di restauro e antiquariato.

Contatta l'organizzatore