Pubblicati da Armando Gambera

Merenda sui prati

Le occhiate, nell’ombra, hanno il dolce dell’uva. (C. Pavese, La cena triste) Che ne dite di uno spuntino in aperta campagna? Non quelli della domenica, per carità, quando brigate di turisti famelici bivaccano quasi sul ciglio della strada, ricreando in pochi metri quadrati il tinello di casa. Una merenda, invece, semplice come quella di un tempo, […]

Cena dello sfogliar la meliga

Quando gli uomini bevono, allora sono ricchi e fortunati e vincono le cause in tribunale e sono felici e aiutano gli amici. (Aristofane, I cavalieri) A settembre, in terra cuneese si festeggia la maturazione del mais, ovvero della meliga. Una cascata di chicchi rosso-aranciati disposti in pannocchia, un raggio di sole nell’incipiente autunno, quando già […]

Pranzo della trebbiatura

Rispettando precise regole economiche, ogni famiglia di contadini aveva il suo campo di grano. A fine giugno si organizzavano le squadre di mietitori che, armate di falce, aprivano la sequenza delle fatiche finali che sarebbero culminate con la trebbiatura.

La cena del cantar le uova

Durante la Quaresima s’andava a cantar le uova. Si partiva la sera, soprattutto del sabato, e si percorrevano chilometri a piedi, di cascina in cascina, di borgata in borgata, cantando il ritornello beneaugurante davanti l’uscio di casa: Soma partì da nostra ca’ (siamo partiti dalla nostra casa) fin da la prima seíra (fin dalla prima […]