Le Langhe all’aria aperta: qualche proposta per prendere un po’ di fresco nell’estate 2017

Panorama delle Langhe

Afa, sudori, caldo torrido, siccità.

Pare che siano queste le “parole chiave” dell’estate 2017 in Italia… ma non sono una scusa per rimanere tappati in casa o in hotel.

Qui di seguito troverete una serie di consigli su come vivere al meglio (e al fresco) l’estate Langhetta, sia che siate turisti, sia che siate “indigeni” collinari come noi.

Giri in Bici

Cosa c’è di meglio in estate che farsi un giro in bici? La strada che scorre sotto le ruote, l’aria fra i capelli: molto meglio che sudare camminando.

E anche se non sei troppo allenato, non ti preoccupare.

Prima di tutto qui in collina le pendenze non sono così drammatiche come in montagna.

E se proprio devi affrontare qualche salita più tosta, basta saltare in sella ad una bici elettrica (le puoi noleggiare qui), che ti passa la paura.

Ecco alcuni itinerari che possiamo consigliarti per fare una sgambata a pedali sul territorio.

Pedalate Partigiane

Le “pedalate partigiane”, per scoprire i luoghi della Resistenza.

In zona trovi la cantina Cà Neuva di Dogliani, che offre, oltre alla semplice degustazione, anche un sostanzioso brunch in cantina.

Poco fuori dal giro, ma comunque da provare, c’è la cantina Bricco del Cucù, che oltre alla degustazione dei vini, ti può accompagnare a visitare una vera chicca: la Cappella di San Fiorenzo.

Un percorso culturale

serralunga_alba_castello

Castello di Serralunga dìAlba

In alternativa puoi scegliere un percorso di stampo culturale, come il giro dei castelli della Bassa Langa.

Qui di strada trovi la cantina Sylla Sebaste, che offre degustazioni e pranzi in cantina, e se preferisci un’esperienza più rustica, leggermente fuori percorso c’è Cascina Gramolere.

Nel Roero

Come opzione aggiuntiva, puoi spostarti sulla riva sbagliata del Tanaro, nel Roero, e farti un giro in bici per scoprire questo territorio ancora piuttosto “vergine”.

A Vezza d’Alba, non proprio sulla strada ma che merita una visita, c’è la cantina Fabrizio Battaglino, dove puoi degustare i vini tipici del Roero accompagnati da assaggi di prodotti tipici locali.

Nel Monferrato

E in ultimo, puoi anche esplorare il confine tra Langhe e Monferrato, per scoprire i paesi di Bistagno, Montechiaro e Castelletto Terzo.

Se vuoi sudare, passeggiate!

I vigneti e Santa Maria - La Morra

I vigneti e Santa Maria – La Morra

Se invece sei un po’ masochista e ti piace soffrire, puoi anche optare per una bella passeggiata fra le vigne.

Pochi ripari contro il sole, esposizione quasi sempre a Sud e salite molto ripide ti garantiscono una sudata senza precedenti.

Se vuoi cimentarti in quest’attivià, posso consigliarti il Sentiero del Barolo di La Morra (il sentiero Rosso) che, colpi di sole permettendo, ti porterà a spasso fra i più famosi cru di Nebbiolo da Barolo della zona, con una costante vista sui paesaggi mozzafiato dell’UNESCO.

Occhio alla salita finale, che è piuttosto dura.

All’Annunziata puoi fermarti ad assaggiare un bicchiere di vino presso le cantine Marrone e Fratelli Ferrero, o provare la prestigiosa cucina dell’Osteria del Vignaiolo a Santa Maria.

In Alta Langa

Bossolasco

Bossolasco Panorama

Se sole e fatica non sono il tuo forte, puoi provare a farti una passeggiata in Alta Langa, una delle zone meno esplorate di queste colline.

Altitudini più elevate e boschi ti garantiscono una piccola protezione contro le alte temperature, e i paesaggi, molto diversi da quelli della Langa più battuta, non hanno niente da invidiare alle colline UNESCO.

Noi possiamo consigliarti questi tre percorsi.

Ma se hai voglia di documentarti un po’, sicuramente ne troverai molti altri.

Passeggiate sotto le stelle

Un’altra soluzione per ripararsi dalla calura è quella di evitare in toto il sole.

Con la protezione della notte, TerreAlte organizza alcune passeggiate sotto le stelle:

PicNic, Grigliate & Merende sui prati

La merenda sinoira

Un’alternativa più “tranquilla” alla passeggiata, la merenda sui prati è quello che serve per passare una giornata di gozzoviglie con amici, parenti e fidanzati.

Puoi optare per la merenda tradizionale piemontese, oppure per una grigliata di carne, o pesce.

Nel caso ti servisse qualche consiglio per la location, puoi trovarli in questo articolo.

Se invece preferisci un picnic un po’ più addomesticato, puoi provare il nuovo Baladin Open Garden: un po’ meno selvatico di una vera merenda sui prati, ma comunque abbastanza agricolo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *