Gustando suoni #5: La Cupa D’or – Monchiero

La Cupa D’or è una birreria che ha aperto le sue porte al pubblico un paio di anni fa a Monchiero, nei locali di quella che storicamente era il vecchio ristorante della stazione.

Un luogo affascinante con un’ottima cucina e una selezione di birre straniere dalla più classica alla più ricercata: un piccolo paradiso per gli amanti della bevanda al luppolo per eccellenza.

Alla Cupa D’or succedono tante cose: degustazioni di birre guidate da esperti, serate a tema e concerti di musica dal vivo.

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Walter e Evelyn, i titolari, per conoscere meglio la storia del locale e per avere qualche anticipazione sui prossimi appuntamenti.

foto_cupa_sala_logo-iloveimg-resized

Quando avete deciso di aprire una birreria? Perché la scelta è ricaduta proprio su Monchiero?

Più che il quando è proprio il dove che avevamo individuato da tempo, già da un paio d’anni, prima dell’apertura, pensavamo ad un locale per far rivivere il vecchio Ristorante della Stazione che era dei nonni di Evelyn, ormai chiuso da anni.

Abbiamo pensato una birreria, un locale informale, luogo di incontro e di svago dove poter gustare una buona birra, mangiare cose semplici e genuine e ascoltare musica dal vivo.

Ci siamo quindi dedicati ad una ricerca scrupolosa di birre rigorosamente artigianali, tutte straniere e sempre diverse. Le nostre 12 spine sono sempre attive con una rotazione costante, basti pensare che in meno di 2 anni abbiamo proposto oltre 60 birre.

Con la stessa cura ci siamo dedicati al menù ed alla scelta degli ingredienti di prima qualità, che lavoriamo freschi, prepariamo così gli hamburger classici e al tartufo nero, cuociamo lentamente gli stinchi alla birra e prepariamo i dolci in base all’estro del momento ed alla stagione.

Organizzate concerti di vari stili musicali. C’è un genere che alla Cupa D’or raccoglie maggiori consensi ?

Sì, ci siamo divertiti molto in questo primo anno a selezionare gli artisti più diversi da presentare al nostro pubblico, abbiamo ospitato formazioni super collaudate, con musicisti di respiro internazionale come Andrea Scagliarini e progetti giovani alle loro prime esibizioni, come gli Electra Pants.

In questo modo spaziando nei generi musicali, dal soul al pop, dal blues al rock, dal metal al rockabilly abbiamo anche avuto la possibilità di conoscere un tessuto musicale locale davvero ricco e di qualità. Possiamo dire che nella Granda ci sono musicisti veramente molto bravi “a km 0”!

Il cuore della Cupa però batte a tempo di rock.

Siamo soddisfatti del livello qualitativo, la maggior parte dei musicisti che abbiamo avuto il piacere di ospitare suona e canta per passione, a riprova del fatto che quando si è guidati da quest’ultima è più facile trasmettere emozioni.

fotocupa_spillatoreconlogo-iloveimg-resized

Quali sono i prossimi appuntamenti, musicali e non, che non dobbiamo perderci?

Concluderemo la programmazione di novembre con un gradito e richiesto ritorno: Dodo e Gluck, un duo eccezionale.

Dicembre sarà ricco di eventi con concerti nella prima parte del mese, una pausa natalizia in cui saremo aperti tutte le sere e il gran finale con il veglione di Capodanno.

Inizieremo poi il 2017 con una serata dedicata alle birre tedesche raccontate dal Mago delle Birre, Sandro Merlano.

Quale abbinamento piatto-birra consigliereste ad una persona che visita La Cupa D’or per la prima volta e vuole conoscere l’essenza del locale?

I gusti son gusti e su questo non si discute, ma avete un piatto o una birra che sono apprezzati in particolar modo dai vostri clienti?

Un “must” è l’hamburger preparato da noi, con la carne di razza piemontese “Bovinlanga” e servito nelle ciabattine all’acqua di Botto, nostro amico e panatè di fiducia, in entrambi i casi non si può nemmeno parlare di Km0, sono i nostri vicini!!

Questo piatto classico, ma gustoso si accompagna con una birra altrettanto semplice, ma non banale, quale è l’ ambrata Ungespundet comunemente detta “U” keller tedesca tipica della Franconia.

È molto apprezzato lo stinco di maiale alla birra accompagnato egregiamente dalla Rauchbier, per chi ama la birra affumicata, o in alternativa da una Triple belga per chi preferisce questo stile. Provare per credere, vi aspettiamo.

foto_cupa_stinco_logo-iloveimg-resized

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *