8 Marzo: Festa della Donna tra Langhe e Roero

L’idea di celebrare per la prima volta la giornata internazionale della donna risale al 1909 negli Stati Uniti su iniziativa del Partito Socialista Americano, per essere ripresa nel 1910 a Copenaghen e nel 1922 in Italia.

Nel 1908, proprio l’8 marzo, 129 operaie di un’industria di New York rimasero uccise in un incendio, mentre protestavano per le condizioni di lavoro indegne a cui erano sottoposte. Da allora, l’8 marzo è diventata la giornata ufficiale dedicata alle donne.

festa-delle-donne_mimose

Perchè le mimose?

Secondo alcuni, perché nei pressi della fabbrica bruciata nel 1908 cresceva proprio un albero di mimosa, ma sono state le donne  italiane a scegliere questo fiore: la mimosa è una delle poche piante a essere fiorita all’inizio di marzo ed era poco costosa.

Queste, in poche righe, sono le origini della festività che quest’anno si celebrerà di domenica.

Di seguito troverete alcuni interessanti appuntamenti del nostro territorio.

Cantine Aperte di Langhe e Roero

Da osservatore quale mi piace essere, durante le degustazioni o al ristorante mi è capitato di sentire una frase rivolta al sommelier intento a presentare la carta dei vini:

Prego, faccia lei, l’importante è che sia uno di quei vini che piacciono alle donne.

Che significa? Se alcuni alcolici hanno un consumo esclusivamente maschile, quali sono i vini preferiti e bevuti dal gentil sesso?

E’ sicuramente un’interessante spunto per un futuro articolo, ma intanto, limitiamoci a dire che, secondo le statistiche, le donne preferiscono i vini bianchi, meglio se del sud Italia, magari con un po’ più di alcool, ma dal sapore morbido e avvolgente.

Tra i rossi è emersa una preferenza per i vini giovani, leggeri che conquistano con una certa facilità.

La scelta del vino da dessert invece, offre una visione molto diversificata: si tratta di un rapporto di amore e odio per certe tipologie rispetto ad altre: il Moscato ed il Franciacorta riescono però a mettere (quasi) tutte le donne d’accordo.

Ciò che noi possiamo fare è suggerirvi alcune Cantine che, proprio in occasione dell’8 Marzo, saranno aperte permettendovi di degustare i loro prodotti.

Potete quindi organizzare un tour tra Barolo, Barbaresco, Dogliani alla scoperta di alcune importanti Aziende Vinicole del territorio.

Ulteriori Cantine Aperte sono presenti qui:

 http://eventi.langhe.net/etags/festa-donna/

festa-delle-donne_andarpercantine

L’8 Marzo al Ristorante

Il Cortiletto d’Alba, locale situato in città, dall’atmosfera calda e familiare ed il Ristorante Perlage di Piozzo accogliente e allegro, offrono interessanti menù a prezzo fisso sia a pranzo che a cena.

Il primo propone riso venere profumato al pomodoro fresco e basilico, trecce Valle Scrivia con pachino, zucchine, salsiccia all’Arneis e olive taggiasche e dolce Festa della Donna con fragole.

Il secondo il risotto mimosa, piccatina di vitello ai carciofini freschi e dolce della casa.

Festa delle Donne_castello di Monticello d'Alba

Omaggio alle Donne

Nel fine settimana, il Castello di Monticello d’Alba si tinge di rosa ed in occasione della Festa della Donna sarà aperto e visitabile.

Nelle sale saranno esposte foto e suppellettili, tra cui antichi ventagli, appartenuti alle donne della casata ed una visita guidata per dare risalto alle nobili figure femminili vissute tra le mura del maniero.

Per chi lo desidera  lo chef del Ristorante Foresteria Conti Roero propone uno speciale aperitivo e menu.

Il 7 Marzo, a partire dalle ore 17, la Libreria L’Incontro invita tutte le donne al brindisi in onore del gentil sesso, animato dalla professoressa Madì Drello, attrice nella locale compagnia del Teatro di Sinio.

Il filo conduttore sarà costituito, ovviamente, dalle donne, protagoniste di divertenti pagine della letteratura classica con brindisi finale.

Tutti gli appuntamenti dettagliati ed aggiornati sono consultabili al seguente link:

http://eventi.langhe.net/etags/festa-donna/

 

Crediti Foto: Diana, Umberto Fistarol, Monica Milchova

 

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *